;

Bibbiano, il sindaco Carletti: «Il web voleva il mio linciaggio in nome del popolo»

Corriere della Sera Corriere della Sera (Interno)

«Abbiamo ricevuto minacce di morte io, mia moglie e mio figlio.

Dopo pochi giorni la sentenza di condanna era già stata emessa: i vili barbari del web chiedevano “in nome del popolo” il pubblico linciaggio degli indagati, sindaco in testa, se poi - ha concluso - il sindaco è del Pd ancora meglio».

Il Procuratore Mescolini il giorno dopo, in occasione della conferenza stampa, chiarisce la mia posizione, ma la verità sembra interessare a pochi.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.