Covid, conferma da Udine: mascherine fondamentali per ridurre il contagio

Covid, conferma da Udine: mascherine fondamentali per ridurre il contagio
imagazine INTERNO

Le goccioline in sospensione si possono depositare sulle superfici che diventano quindi il terreno di contagio una volta toccate dall’individuo sano.

In questo caso si può contrastare la catena del contagio sanificando superfici e mani.

Dinamica di gocce e aerosol, vettori della trasmissione virale Precedente Successiva. «La pandemia di COVID-19 ha evidenziato l'importanza di modellare accuratamente la trasmissione virale operata da goccioline salivari emesse da individui infetti durante eventi respiratori come parlare, tossire e starnutire. (imagazine)

La notizia riportata su altri media

|| L’università di Padova ha impiegato un team di ricercatori del dipartimento di ingegneria industriale, affiancato da fisici, studiosi italiani, austriaci e svedesi. Con un’umidità media relativa, ad esempio, un colpo di tosse con media carica virale, contagia già a due metri che diventano tre se l’umidità aumenta e infatti con il caldo il rischio di contagio diminuisce. (ANTENNA TRE)

L’applicazione del modello fornisce una valutazione sistematica degli effetti del distanziamento e delle mascherine sul rischio d’infezione «Le regole del distanziamento interpersonale usualmente utilizzate si basano principalmente sullo studio proposto da Wells nel 1934. (ilgazzettino.it)

Nel tempo la comunità scientifica ha approfondito nuovamente la caratterizzazione degli spray respiratori, le distanze raggiunte dalle goccioline salivari e l’efficacia del distanziamento. I virus, come il SARS-COV-2, passano da un individuo infetto a uno sano tramite la trasmissione di goccioline salivari emesse parlando, tossendo o starnutendo. (Tecnomedicina)

Covid: ricerca per misurare i rischi del contagio

L'applicazione del modello fornisce una valutazione sistematica degli effetti del distanziamento e delle mascherine sul rischio d'infezione". Dal lavoro emerge che "senza mascherina le goccioline infette emesse quando si parla possono raggiungere la distanza di poco più di 1 metro, mentre starnutendo arrivano fino 7 metri in condizioni di elevata umidità. (Today.it)

L’applicazione del modello fornisce una valutazione sistematica degli effetti del distanziamento e delle mascherine sul rischio d’infezione”. (Italia Sera)

“Aldilà degli aspetti tecnico-scientifici utilizzati da questi bravi ricercatori – aggiunge Zaia – colpisce positivamente l’assonanza di quanto studiato con alcune delle principali domande e preoccupazioni che la gente pone, cercando di capire come difendersi meglio. (Chioggia News 24 Quotidiano Online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr