Putin distrugge le grandi città che non può conquistare

ilmattino.it ESTERI

La Russia non ha ottenuto la rapida vittoria nella quale sperava a febbraio, eppure Vladimir Putin non mostra alcun segno di abbandonare i suoi obiettivi originali di «smilitarizzare» e «denazificare» l'avversario.

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

La fine della guerra in Ucraina sembra essere più lontana che mai dopo quasi tre mesi di catastrofe umanitaria. (ilmattino.it)

La notizia riportata su altri giornali

Il piano italiano sarebbe stato illustrato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio al segretario generale dell’Onu Antonio Guterres, ma non inviato direttamente a Mosca, secondo quanto si apprende. L’ex presidente russo Dmitri Medvedev boccia il piano di pace italiano, il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov precisa che Mosca non ha l’ha ancora ricevuto formalmente. (Open)

Di recente si è distinta l'Italia che, secondo la stampa italiana, attraverso il suo ministero degli Esteri ha consegnato al segretario generale delle Nazioni Unite (Antonio) Guterres un piano in quattro fasi per una soluzione pacifica in Ucraina", ha scritto Medvedev nel suo canale Telegram. (Tiscali Notizie)

IL PERSONAGGIO Boris Bondarev, si dimette il consigliere russo all'Onu:. KIEV Vadim Shishimarin, il soldato russo di 21 anni condannato. «I capi non sono. MONDO Azovstal, l'evacuazione dei militari dall'acciaieria MONDO Ucraina, soldati lasciano l'Azovstal: le immagini dal drone LA GIORNATA Guerra in Ucraina, le notizie di oggi. (ilgazzettino.it)

Di recente si è distinta l’Italia che, secondo la stampa italiana, attraverso il suo ministero degli Esteri ha consegnato al segretario generale delle Nazioni Unite (Antonio) Guterres un piano in quattro fasi per una soluzione pacifica in Ucraina”, ha scritto Medvedev nel suo canale Telegram. (Agenzia askanews)

(Alexander Jakhnagiev) Oggi chiaramente non ci sono le condizioni per la pace. (ilGiornale.it)

Questa guerra, nei fatti contro l’Occidente, è il più grande crimine non solo contro l’Ucraina, ma contro il popolo russo. E solo se la questione sul tavolo è una: la fine della guerra (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr