Talebani,basta attrici in soap opera e hijab per reporter - CorriereQuotidiano.it - Il giornale delle Buone Notizie

Corriere Quotidiano ESTERI

KABUL, 22 NOV – I Talebani hanno pubblicato una. nuova “linea guida religiosa” per i media che invita i canali. televisivi dell’Afghanistan a smettere di mandare in onda. spettacoli e soap opera con attrici e le giornaliste ad. indossare l’hijab islamico mentre presentano i loro servizi.

Le. nuove direttive ai media sono state emesse dal ministero per la. promozione della virtù e la prevenzione del vizio. (Corriere Quotidiano)

La notizia riportata su altri media

I taleban stringono ancora le maglie per le donne già private quasi del tutto di scuole, università e lavori a contatto con il pubblico. Una stretta, quella di oggi, che mira a imporre l'ordine taleban sui media che nei vent'anni di presenza occidentale nel Paese si sono moltiplicati dando anche largo spazio alle donne. (Avvenire.it)

Questo è un criterio di grande saggezza, che ha mosso la giovane generazione afghana a trovare la spinta per la cultura e i diritti civili, una strada che speriamo possa essere ripresa prossimamente. (LaPresse) – “Non abbandoneremo mai di coltivare la prospettiva di possibilità sempre nuove. (LaPresse)

I talebani hanno insistito sul fatto che i film stranieri che promuovono i valori culturali stranieri non dovrebbero essere trasmessi I militanti talebani hanno svelato una serie di nuove regole che si applicheranno alle donne che lavorano in televisione. (SuperDragonBallHeroes.it)

Afghanistan, i talebani ora censurano i media e i canali tv

Via le donne protagoniste nelle serie TV: le nuove restrizioni imposte dai talebani in Afghanistan Via le donne dalle serie televisive e obbligo di velo per le giornaliste: sono le nuove strette imposte dai talebani ai media in Afghanistan. (Fanpage)

Dalla caduta del regime talebano il numero di televisioni e radio si è moltiplicato, senza contare tutto lo sviluppo dei social network. Hakif Mohajir, portavoce del Ministero per la Promozione della virtù e la Prevenzione del vizio, ha annunciato una nuova “linea guida religiosa” per i media: niente più serie tv in cui recitano delle attrici e niente più giornaliste con l’hijab nei telegiornali. (Open)

Dopo aver radicalmente modificato le istituzioni scolastiche e le forze armate, che hanno cambiato nome e adottato regole sempre più stringenti, ora la censura arriva ai media. Non a caso, il portavoce del ministero Akif Muhajir, ha affermato che se i media non rispetteranno queste otto regole “scopriranno presto come verranno trattati” (Difesa e Sicurezza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr