Trattato Italia-Francia? Ottimo, anzi no. Le analisi di Fabbri (Limes) e Pelanda (Verità) - Startmag

Trattato Italia-Francia? Ottimo, anzi no. Le analisi di Fabbri (Limes) e Pelanda (Verità) - Startmag
Approfondimenti:
Startmag Web magazine INTERNO

IL PARERE DI PELANDA. Tra gli analisti politici, su posizioni particolarmente critiche verso il trattato Italia-Francia è Carlo Pelanda, professore di Geopolitica economica all’Università degli Studi Guglielmo Marconi.

Per Fabbri, invece, è il male minore: la vicinanza a Parigi è utile a Roma per difendersi da Germania e Turchia.

Per Pelanda il trattato con la Francia è rischioso per l’Italia e la sua sovranità. (Startmag Web magazine)

La notizia riportata su altri media

Il Trattato tra Italia e Francia che sarà firmato venerdì 26 novembre al Quirinale dal presidente francese Emmanuel Macron e dal presidente del Consiglio, Mario Draghi non si pone in alcun modo in alternativa o contrapposizione con il rapporto storico tra Francia e Germania (Il Sole 24 ORE)

Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando il presidente francese Emmanuel Macron al Quirinale. Sui giovani, riconoscimento facilitato dei titoli di studio e un programma di scambi, una specie di Erasmus bilaterale tra Italia e Francia (La Stampa)

“La firma del Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata è un risultato importante, un testo di ampio respiro”. ”È un Trattato che unisce due Paesi fondatori dell’Unione europea che condividono l’impegno per la costruzione del grande progetto europeo. (L'HuffPost)

Marc Lazar: "Macron il più filo-italiano dei presidenti francesi"

E' perché – insieme a tutto quanto detto finora - solo le Frecce Tricolori sono capaci di rapire cuore, sguardo, respiro, ragione e sentimento per i 30 minuti della loro esibizione Non perché nessun'altra pattuglia abbia vinto in questi 60 anni tanti riconoscimenti internazionali quanti la Pan, dominatrice degli air show in 48 paesi. (Il Messaggero)

Ciò di cui invece si può discutere sono le possibili implicazioni sul futuro di due compagnie strategiche per le telecomunicazioni e la difesa italiana: Tim e le controllate di Leonardo, Oto Melara e Wass. (Il Fatto Quotidiano)

Macron ha anche un ottimo rapporto che il il presidente della Repubblica Sergio Mattarella L’accordo, annunciato nel 2017 durante il vertice franco-italiano di Lione da Macron e dall’allora presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, sarà firmato domani. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr