Covid, il Piemonte resta in zona bianca

Covid, il Piemonte resta in zona bianca
OssolaNews.it INTERNO

Il valore dell’incidenza dei contagi e il numero dei ricoveri, ancora contenuti, mantengono la nostra regione in zona bianca.

Il tasso di occupazione dei letti in terapia intensiva passa da 2% a 4% e quello dei posti letto ordinari resta 3%.

Aumentano lievemente i focolai attivi, mentre cala il numero di persone non collegate a catene di trasmissione note

In Piemonte, il numero dei nuovi casi segnalati risulta in lieve calo rispetto alla settimana precedente. (OssolaNews.it)

Su altre testate

Fino al 15 settembre. La vaccinazione ad accesso diretto senza prenotazione per gli over12 è possibile fino al 15 settembre. (Prima Vercelli)

Il totale rimane quindi di 11.731 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia:1.571 Alessandria, 713 Asti, 433 Biella, 1.457 Cuneo, 946 Novara, 5.609 Torino, 529 Vercelli, 375 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 100 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte (TorinoToday)

Il valore dell’incidenza e il numero dei ricoveri ancora contenuti concorrono favorevolmente a mantenere la nostra regione in zona bianca. INDICAZIONI PER CHI CONTRAE IL COVID DOPO LA PRIMA DOSE. Emanata dal ministero della Salute la circolare che fornisce le indicazioni per le persone che abbiano contratto il Covid dopo la prima dose di vaccino (QC QuotidianoCanavese)

Terza dose del vaccino Covid: il Piemonte è pronto

I casi sono così ripartiti: 29 screening, 150 contatti di caso, 53 con indagine in corso, 3 importati dall’estero. DATI VACCINI. Sono 18.466 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18) (VocePinerolese.it)

Nessun decesso comunicato dalla Regione. Nessun decesso di persone positive al test del Covid-19 è stato comunicato oggi, lunedì 13 settembre, dall’Unità di crisi della Regione Piemonte. Nessun nuovo decesso, invece, all'ospedale di Borgomanero, dove sono sempre 2 i pazienti ricoverati, che si trovano nel reparto di Medicina covid (NovaraToday)

Terza dose del vaccino. Il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Teresio Icardi confermano che, anche dal punto di vista organizzativo e delle quantità di siero disponibili, il Piemonte è pronto ad avviare la nuova fase della campagna vaccinale, ovvero la terza dose a partire dai soggetti più deboli. (Prima Biella)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr