Covid, governo-parti sociali: via libera ai vaccini in azienda

La Stampa INTERNO

Lo prevede l'accordo firmato stasera tra Governo, imprese e sindacati.

Se la vaccinazione verrà eseguita in orario di lavoro, prosegue il Protocollo, il tempo necessario "sarà equiparato a tutti gli effetti all'orario di lavoro"

Via alla vaccinazione dei lavoratori in azienda con cui si potrà potenziare la campagna nazionale una volta che sarà entrata finalmente a regime.

Tutte le aziende potranno candidarsi liberamente; non è previsto nessun requisito minimo di carattere dimensionale così come la vaccinazione sarà offerta a tutti i lavoratori, "a prescindere dalla tipologia contrattuale". (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altre testate

Se la vaccinazione verrà eseguita in orario di lavoro, prosegue il Protocollo, il tempo necessario "sarà equiparato a tutti gli effetti all’orario di lavoro". E non si tradurrà in norme vincolanti: presupporrà l’adesione volontaria dei datori di lavoro e dei lavoratori. (Adnkronos)

In uno studio preclinico, era stato identificato un anticorpo neutralizzante che avrebbe potuto abbattere fino al 90% dei virus. Il costo dello sviluppo di un vaccino, dai test preclinici fino ai test sull’uomo, può variare dagli 8 milioni di dollari ai 350 milioni (AGI - Agenzia Italia)

Sul Fatto di domani vi daremo conto dell’orientamento italiano e della tormentata storia del vaccino AstraZeneca. Sul giornale di domani vedremo gli effetti della crisi su un mercato del lavoro sempre più in ginocchio, specialmente per i lavoratori della cultura e dello spettacolo a cui non è arrivato nessun aiuto. (Il Fatto Quotidiano)

Tim, Gubitosi: E’ azienda italiana e prima a spingere su fibra

(ITALPRESS) – “Abbiamo raggiunto l’accordo con le parti sociali sull’aggiornamento del protocollo sicurezza COVID e sulle modalità di vaccinazione sui posti di lavoro. Grazie alle istituzioni e alle organizzazioni che hanno contribuito a questo risultato”. (ciociariaoggi.it)

I primi a ricevere iniezioni del vaccino "dei marines" saranno volontari adulti: le prime somministrazioni verranno eseguite domani mattina al famoso istituto di ricerca militare ‘Walter Reed' di Silver Spring in Maryland. (Fanpage.it)

Così il ceo di Tim, Luigi Gubitosi, intervenendo al convegno organizzato dal Dipartimento Tlc di Fratelli d’Italia ‘Le Nuove Reti per la crescita, l’industria italiana, cittadini’. E’ importante perché non ha senso per un operatore avere due tecnologie, è molto costoso”, ha continuato (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr