ADDIO, MAURO BELLUGI: IL CALCIO PIANGE IL CAMPIONE DI BUONCONVENTO

ADDIO, MAURO BELLUGI: IL CALCIO PIANGE IL CAMPIONE DI BUONCONVENTO
oksiena.it INTERNO

ews inserita il 20-02-2021 - Buonconvento. All'ex calciatore erano state amputate entrambe le gambe per complicazioni da Covid-19. Mauro Bellugi non ce l'ha fatta.

Il campione si è arreso ad un'infezione risultata letale per il suo fisico già debilitato.

Ulteriori complicazioni hanno compromesso il suo estremo tentativo di vivere

Bellugi, 32 presenze nella nazionale azzurra, nato a Buonconvento nel 1950, era stato ricoverato in ospedale a novembre dopo aver contratto il coronavirus. (oksiena.it)

Su altri media

Inter: ti vogliamo con noi. Mario Bellugi è morto dopo l’infezione da Covid. Fu proprio Bellugi a raccontare il dramma in un’intervista a Repubblica: “Avevo male dappertutto, le gambe, la schiena. LEGGI PURE: Bellugi: gambe amputate. (The Wam.net)

È quanto si legge nel messaggio che il club nerazzurro ha diramato attraverso il proprio sito ufficiale, per ricordare Mauro Bellugi, ex difensore dell'Inter, morto all'età di 71 anni. "Mauro Bellugi per il calcio e per l’Inter è stato questo: un combattente, un compagno di squadra fedele, un avversario stimato". (Sport Fanpage)

Il calcio milanese saluta un eroe del passato. Mauro Bellugi, ex calciatore dell’Inter, è morto oggi in seguito a complicazioni legate al Covid. (SerieANews)

Marotta ricorda Bellugi: "Eroe di un calcio che non c'è più, Inter col lutto al braccio"

Dopo il ritiro è rimasto nel calcio: prima una breve parentesi come vice-allenatore alla Pistoiese, quindi come opinionista tv Originario di Buonconvento, in provincia di Siena, dove era nato il 7 febbraio di 71 anni fa, Mauro Bellugi è approdato giovanissimo all'Inter dove nel ruolo di terzino ha giocato per cinque stagioni, dal 1969 al 1974, vincendo uno scudetto. (La Stampa)

Oltre alle capacità in campo, ne ho apprezzato le qualità umane e la sua straordinaria forza d’animo, soprattutto in questo periodo di sofferenza" In memoria di Bellugi, il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha disposto l’effettuazione di un minuto di raccoglimento su tutti i campi. (Milan News)

Marotta ricorda Bellugi come simbolo di "un calcio romantico, oramai passato: era fatto di grande passione e senso di appartenenza da una parte, di mecenatismo e di proprietà familiari dall'altra. E annuncia che domani nel derby la squadra nerazzurra lo ricorderà con il lutto al braccio. (Tuttosport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr