Sassuolo, morto il nonno di 97 anni sopravvissuto alla strage in famiglia

Sassuolo, morto il nonno di 97 anni sopravvissuto alla strage in famiglia
La Gazzetta di Modena INTERNO

L’uomo versava in precarie condizioni di salute, dopo aver contratto il Covid mesi prima, e in seguito al delitto era stato preso in carico dai servizi sociali e affidato alle cure di una casa di riposo.

È morto martedì

Il 17 novembre, Nabil Dhari, aveva ucciso la sua compagna, nonché nipote di Fontana, Elisa Mulas, più i due figli di 2 e 5 anni e la loro nonna Simonetta.

È morto Renzo Fontana, il 97enne unico sopravvissuto della strage di Sassuolo, in provincia di Modena, in cui hanno perso la vita sua figlia, nipote e bisnipoti. (La Gazzetta di Modena)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il giorno della strage, mercoledì 17 novembre, Fontana era nella casa di via Manin, nel proprio letto e venne risparmiato. (La Repubblica)

97 anni, affetto da demenza senile, è morto Renzo Fontana, marito di Simonetta, nonno di Elisa Mulas e bisnonno di Ismail e Sami, barbaramente uccisi mercoledì scorso da Nabil Dahari, ex compagno di Elisa che poi si è tolto la vita. (Corriere della Sera)

Si è superata quota 55mila euro nelle donazioni arrivate nel Fondo di Solidarietà Città di Sassuolo con causale ‘Sostegno Minore via Manin’. L’uomo, che si trovava in casa allettato nel momento della mattanza, venne ricoverato la sera stessa della tragedia, mercoledì 17, nella struttura protetta Casa Serena di Sassuolo. (Il Resto del Carlino)

Strage di Sassuolo. È morto anche il nonno di Elisa Mulas

E’ molto probabile che, per volere dei parenti, i funerali della famiglia uccisa in via Manin si svolgeranno in forma strettamente privata a cura delle onoranze funebri De Carlo. Ora la famiglia sarà riunita per l’ultimo, doloroso,. (Il Resto del Carlino)

Il Comune. Sarà il Comune di Sassuolo a pagare in larga parte i funerali di Elisa Mulas, la madre Simonetta Fontana e i due piccoli Sami e Ismaele, la famiglia sterminata mercoledì scorso dal compagno di Elisa, Nabil Dhahrari, in via Manin. (Il Resto del Carlino)

Lei, la mamma e i bimbi ci lasciano un grande vuoto", aveva detto Erano scampati al massacro la figlia più grande, che la donna aveva avuto da una precedente relazione, era a scuola, e il bisnonno dei due bimbi uccisi. (Sardegna Live)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr