Rivoluzione AstraZeneca: cosa cambia in Italia per il vaccino di Oxford

Rivoluzione AstraZeneca: cosa cambia in Italia per il vaccino di Oxford
La Repubblica ECONOMIA

Molti Paesi anche al di fuori dell’Unione europea hanno fissato limiti d’età: il Canada a 60 anni, l’Australia a 50

I sintomi. Ecco i segnali di una possibile reazione avversa. Chi ha già ricevuto AstraZeneca cosa deve fare?

I tecnici di ministero e Aifa hanno detto che per la seconda dose si utilizzerà ancora AstraZeneca.

Il problema è stato osservato soprattutto nelle donne sotto ai 60 anni e con età media di 30 anni. (La Repubblica)

Su altri media

E se oggi c’è chi “salta la fila” per accaparrarsi un vaccino, è lo Stato che deve fare mea culpa La realtà è molto diversa: le vaccinazioni le sta gestendo lo Stato con il piano vaccinale realizzato dal precedente governo con il commissario Arcuri, che è stato poi attuato per il tramite delle Regioni. (Stretto web)

Queste le parole del presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, nel corso di una conferenza stampa presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio. Lo ha detto il presidente del Consiglio Superiore di Sanità nel corso di una conferenza stampa presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio. (Sky Tg24)

Palumbo spiega che i medici impegnati nella campagna vaccinale hanno denunciato "numerosi accessi richiedenti la somministrazione di vaccini da parte di soggetti che si sono registrati come fragili, ritenendosi tali, pur non appartenendo alla categoria specifica e non conoscendo nel dettaglio cosa prevede in merito il decreto del ministero della Salute". (ChietiToday)

Vaccini, Draghi: Direttiva Figliuolo su priorità soggetti a rischio

“In questa fase, non è ancora chiaro se esista un’associazione causale tra la vaccinazione e le segnalazioni di sindrome da perdita capillare”, sottolinea il Prac, che “valuterà tutti i dati disponibili per decidere se una relazione causale è confermata o meno. (LaPresse)

L’Ema su AstraZeneca ha deciso di non decidere. Dall’Ema così non è arrivata alcuna raccomandazione sull’utilizzo del vaccino di AstraZeneca, con la “patata bollente” che così è passata nelle mani dei singoli Paesi. (Money.it)

Ci sarà una direttiva del generale Figliuolo stasera o domani. Non esistono Regioni o Stato, è interesse di tutti”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr