Perché la Lega per Salvini Premier non può stare al governo

Perché la Lega per Salvini Premier non può stare al governo
Il Riformista INTERNO

La Lega é altro, oggi non può governare l’Italia, e le forze democratiche, riformiste e di sinistra hanno dimostrato eccessiva generosità nel permettere questo passaggio

Lo Statuto della “Lega per Salvini Premier” esprime all’articolo 1 due soli principi: “Italia repubblica federale” e “sovranità del popolo italiano a livello europeo”.

Così come gli Stati Uniti nel ‘47 imposero all’Italia di impedire la condivisione del governo italiano con il partito comunista e il partito socialista, oggi l’Europa deve imporre all’Italia di escludere dal governo la Lega per Salvini Premier. (Il Riformista)

Ne parlano anche altri media

Se non c’è rischio a pranzo, non c’è rischio a cena” Sarebbe stato banale parlare di sottosegretari” ha detto Salvini uscendo da Palazzo Chigi. (L'HuffPost)

È quanto si apprende da fonti del Mise Roma, 23 feb. (LaPresse)

Domani comunicazione del ministro della Salute alla Camera. Ristoranti aperti di sera, Bonaccini: “Proposta Salvini ragionevole”. Sulle nuove misure mercoledì alle 17 il ministro della Salute Roberto Speranza terrà comunicazioni nell’Aula della Camera (Il Sole 24 ORE)

Salvini è la “segretaria” del governo: i ristoratori contestano Matteo (anche se scende in piazz

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in conferenza stampa a Milano sull’aggiornamento del piano vaccinale lombardo anti Covid-19 (LaPresse) – Per quanto riguarda l’eventuale produzione di vaccini in Italia, “domani il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, incontrerà aziende farmaceutiche italiane. (LaPresse)

Mentre continua a cianciare di sovranità vaccinale e altre amenità che non si possono realizzare però ieri i ristoratori sono scesi in piazza davanti a Montecitorio per protestare. Ieri Salvini è sceso in piazza con i ristoratori che protestavano per le mancate riaperture e il ritardo dei ristori. (neXt Quotidiano)

I tempi di produzione del vaccino sono però comunque lunghi: “Non è come realizzare altri famarci, un vaccino è un prodotto vivo, non di sintesi, va trattato in maniera particolare”. Insomma, non è che si schiaccia un bottone ed esce la fiala, da quando si inizia la produzione passano 4-6 mesi”. (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr