Controlli green pass: cosa può fare il datore di lavoro

Controlli green pass: cosa può fare il datore di lavoro
Money.it INTERNO

Controlli green pass al lavoro con nuove piattaforme. I controlli sul green pass al lavoro arriveranno con nuove piattaforme e applicazioni come chiarito dai Dpcm a firma di Draghi

Controlli green pass lavoro: vietato conservare il QR-code. I controlli del green pass al lavoro avverranno con piattaforme e applicazioni, in alcuni casi anche con la app “VerificaC19”.

I controlli del green pass al lavoro, obbligatorio dal 15 ottobre nel pubblico come anche nel privato, spettano al datore di lavoro o a un suo delegato. (Money.it)

Ne parlano anche altri giornali

23 milioni i lavoratori interessati dai provvedimenti del governo. Green pass Italia obbligatorio dal prossimo 15 ottobre in tutti i luoghi di lavoro, una regola che durerà almeno fino al prossimo 31 dicembre, data in cui scadrà lo stato di emergenza. (Adnkronos)

I clienti devono verificare il green pass dei tassisti o degli autisti di vetture a noleggio con conducente? Tutte le novità. Obbligo del Green pass per dipendenti pubblici e privati: tutte le FAQ. Come devono avvenire i controlli sul green pass dei lavoratori nel settore pubblico e in quello privato? (greenMe.it)

Domande e risposte. Come devono avvenire i controlli sul green pass dei lavoratori nel settore pubblico e in quello privato? No, l’uso del green pass è una misura ulteriore che non può far ritenere superati i protocolli e le linee guida di settore. (RiminiToday)

Green pass anche nei campi: ecco le regole da rispettare dal 15 ottobre

Un tema che divide, che riempie le piazze e che sta creando grandi tensioni sociali. Da un lato Confindustria, da subito schierata a favore del green pass. (TargatoCn.it)

Stiamo parlando della notizia che i lavoratori che il 15 non saranno in possesso del Green pass dovranno risarcire i danni al datore di lavoro. Allo stato dei fatti, quindi, il lavoratore non in possesso di Green Pass non sarà tenuto a risarcire alcun danno al datore di lavoro (Oltre.tv)

Nel caso al lavoratore deve essere formalizzata per iscritto l’indicazione delle ripercussioni normative, contrattuali ed economiche del mancato possesso del Green pass, invitandolo a rientrare in azienda solo in possesso di un Green pass in corso di validità Copia della comunicazione dovrà essere inviata al servizio gestione del personale per le ritenute del caso;. (StatoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr