LETTERA Eliminare il bonus facciate è un errore

Corriere della Sera ECONOMIA

Tra le tante buone cose apprese da questo mio “maestro” sono due quelle che mi piace ricordare in questo particolare momento che dovrebbe segnare “ricostruzione e ripresa economica“ dell’Italia.

So bene che sto scoprendo l’acqua calda, però lo devo fare visto che il Governo si accinge ad eliminare un provvedimento vitale per la ripresa economica, e non solo!

Ancora: “Sono innumerevoli gli effetti salutari che un territorio ben tenuto e curato è capace di procurare ad ogni cittadino”. (Corriere della Sera)

Su altri media

La risposta all'interpello da parte dell'Agenzia delle entrate chiarisce i casi in cui è possibile usufruire della detrazione anche quando si tratti delle tende. Bonus facciate, fornitura e posa nuove tende. (Studio Cataldi)

In questi giorni Draghi sta considerando la possibilità di cancellare il bonus facciate al 90%. Il bonus facciate potrebbe dunque scomparire risparmiando risorse utili per finanziare le agevolazioni inerenti le ristrutturazioni edili. (LikeCasa.it)

Dal momento che la scadenza del bonus “arreca un grave pregiudizio al diritto di coloro che hanno già iniziato le pratiche per usufruire della misura agevolativa”, l’interrogazione si rivolge al MEF per sapere “quali tempestive iniziative di carattere normativo intenda intraprendere per la soluzione delle criticità sopra evidenziate, anche attraverso l'inserimento nel disegno di legge di bilancio 2022 – ovvero nel primo provvedimento utile – della proroga del cosiddetto «bonus facciate» che preveda anche la salvaguardia del diritto, per coloro la cui pratica per la richiesta della misura agevolativa sia in itinere, di fruire delle detrazione del 90 per cento delle spese sostenute per il recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti. (CASA&CLIMA.com)

Peri soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare (1° gennaio-31 dicembre), i lavori dovranno terminare entro il 31 dicembre 2021. Le indicazioni per i privati: vale il principio di cassa. (InvestireOggi.it)

la risposta ha chiarito che, nel caso in cui il contribuente riceva la fattura entro il 31/12/2021 e proceda al pagamento entro la medesima data del 10% al netto dello sconto in fattura del 90% ed esegua gli adempimenti richiesti (quindi opzione entro il 16/3/2022), lo stesso potrà beneficiare della detrazione anche se i lavori termineranno successivamente al 31 dicembre 2021. (AteneoWeb)

È ufficiale, la soglia dei pagamenti in contanti è stata portata da 1.999,99 euro a 999,99 euro. Invece dal 1° gennaio 2022 la soglia si abbasserà a 999,99 euro, e con essa la sanzione, che scenderà a 1. (Informazione Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr