Nino Savastano arrestato a Salerno:

Info Cilento INTERNO

Il consigliere regionale Nino Savastano è stato arrestato a Salerno nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica per tangenti e appalti.

Ecco perché l’eco del suo arresto si è diffusa velocemente sul territorio, innescando anche le prime polemiche

Savastano alle ultime elezioni regionali era sostenuto anche nel comprensorio cilentano anche da importanti esponenti politici locali.

Consigliere regionale di Campania Libera, già assessore alle politiche sociali del Comune di Salerno e fedelissimo del governatore De Luca, Savastano è agli arresti domiciliari. (Info Cilento)

La notizia riportata su altri media

Gli indagati sono accusati a vario titolo di turbata libertà degli incanti, induzione indebita, associazione per delinquere ed un caso di corruzione elettorale Tra i destinatari delle misure cautelari c’è anche Giovanni Savastano (detto Nino) consigliere regionale ed ex assessore alle Politiche Sociali del Comune di Salerno (Metropolis)

E’ finito agli arresti domiciliari il consigliere regionale Nino Savastano, in passato assessore alle Politiche Sociali del Comune di Salerno, nel corso di un blitz della Squadra Mobile che questa mattina ha dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su conforme richiesta della Procura della Repubblica, applicativa della custodia in carcere nei confronti di Fiorenzo Zoccola, presidente di una cooperativa sociale nonché gestore di fatto di diverse altre cooperative che avevano in gestione la manutenzione ordinaria e conservativa del patrimonio del Comune di Salerno, e della custodia domiciliare nei confronti del consigliere regionale Savastano e di Luca Caselli, dirigente del Settore Ambiente del Comune di Salerno. (ondanews)

Insieme a Savastano risultano indagati altre 28 persone tra dipendenti pubblici e presidenti e soci delle cooperative che, da tempo, svolgono per conto del Comune alcuni servizi di pubblica utilità. (Agenda Politica)

Tempo di lettura: (anteprima24.it)

Tra i destinatari delle misure cautelari c’è anche Giovanni Savastano (detto Nino) consigliere regionale ed ex assessore alle Politiche Sociali del Comune di Salerno, vicino al governatore Vincenzo De Luca con cui in gioventù militava nel Pci del capoluogo campano. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr