Sono quasi 40mila i nuovi vaccinati contro il Covid oggi in Piemonte

LaVoceDiAsti.it SALUTE

Sono in distribuzione oggi in Piemonte 139.230 dosi di Pfizer

Sono 39.475 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle 18).

Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 4.230.870 dosi, corrispondenti al 94,5% di 4.477.980 finora disponibili per il Piemonte.

Tra i vaccinati di oggi, in particolare, sono 3.599 i 16-29enni, 2.666 i trentenni, 7.983 i quarantenni, 11.316 i cinquantenni, 4.882 i sessantenni, 5.102 i settantenni, 862gli estremamente vulnerabili e 221 gli over80. (LaVoceDiAsti.it)

Su altre fonti

Poi resta il nodo scuola: 221.354 senza vaccino nel personale docente e non docente, appena duemila in meno di 7 giorni prima. Quest'ultima è una delle 5 Regioni che rischiano la zona gialla, in attesa di nuovi criteri per i cambi di colore basati sui ricoverati. (America Oggi)

La campagna vaccinale nell’ultima settimana ha garantito la somministrazione di circa 79mila dosi di vaccino, su un totale di 1 milione e 282mila dosi erogate dal 27 dicembre ad oggi. Adesione elevata nelle decadi 50-59 anni (85% vaccinato con prima dose), 40-49 anni (75%) e 30-39 (62%) (ruvochannel.com)

Dalla prossima settimana e per tutto il mese di luglio, la vaccinazione al centro Duchessa sarà effettuata anche ogni lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 16 alle ore 19, come comunicato dal direttore del distretto sanitario Giuseppe Valenti. (Itaca Notizie)

I giocatori del Palermo sono un punto di riferimento per un'intera comunità di tifosi e cittadini: il loro esempio può e deve essere un contributo a promuovere la campagna vaccinale nell'interesse di tutti". (La Repubblica)

Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 4.358.130 dosi, corrispondenti al 94,4% di 4.617.210 finora disponibili per il Piemonte Tra i vaccinati di oggi, in particolare, sono 6.258 i 16-29enni, 5.544 i trentenni, 12.247 i quarantenni, 9.916 i cinquantenni, 3.473 i sessantenni, 2.410 i settantenni, 599 gli estremamente vulnerabili e194 gli over80. (LaGuida.it)

I giovani sono untori per questa malattia ed è anche per la sicurezza dei docenti stessi che dico: ben venga l’estensione dell’obbligo per loro e per il personale scolastico in generale”. “C’è esigenza di garantire anche la sicurezza di questo personale, che è esposto a un rischio. (siciliareport.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr