Inchiesta, la minoranza in consiglio regionale: «Pd e Giani politicamente coinvolti»

Inchiesta, la minoranza in consiglio regionale: «Pd e Giani politicamente coinvolti»
LA NAZIONE INTERNO

I lavori della seduta più «calda» del consiglio regionale nei primi sette mesi si aprono con un uno-due della giunta.

Prima la relazione del presidente Eugenio Giani e a seguire quella dell’assessora all’Ambiente Monia Monni.

Firenze, 29 aprile 2021 - La strategia Giani vince dentro la maggioranza e fronteggia l’assalto agguerrito e argomentato dell’opposizione (centrodestra con Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia e Movimento 5Stelle). (LA NAZIONE)

Se ne è parlato anche su altre testate

I nuovi casi sono lo 0,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. In Toscana sono 223.551 i casi di positività al Coronavirus, 737 in più rispetto a ieri (711 confermati con tampone molecolare e 26 da test rapido antigenico). (La Repubblica Firenze.it)

Sono 847 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Toscana nelle 24 ore su 26.482 test di cui 15.416 tamponi molecolari e 11.066 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 3,20% (9,7% sulle prime diagnosi). (Corriere Fiorentino)

Anche l’assessore regionale Monia Monni ha preso posizione sull’inchiesta: «La Toscana non è terra di malaffare e della mafia. Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, convocato ieri mattina in Consiglio regionale per riferire sull’inchiesta “Keu” in Toscana, l’indagine che ha svelato un sistema criminale per la gestione illecita dei rifiuti del comparto conciario con imprenditori contigui a cosche di ‘ndrangheta. (Quotidiano del Sud)

Il Pd in trincea "La legge non è tutta da buttare"

«Giani in aula fa il Marchese del Grillo. «Lui non mi parla…», ha risposto a chi gli chiedeva se il presidente tornasse in aula nel pomeriggio (Corriere Fiorentino)

Clima pesante per il Pd ieri in consiglio regionale. Con la chiosa finale: "Il Pd unito chiesto lo stralcio dell’emendamento per salvaguardare quanto di buono e virtuoso è previsto sugli impianti misti" (LA NAZIONE)

Dovrebbe essere prevista la deroga a favore di farmacie, di parafarmacie, di rivendite di giornali, di tabacchi e di piante e fiori. (Corriere Fiorentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr