De Stefani: ‘Italia si salva solo il 10-15% dei Centri di salute mentale’

Corriere Quotidiano SALUTE

Riguardo alla realtà di Trento, del dipartimento che De Stefani ha diretto per 20 anni, e considerato uno dei pochi centri di eccellenza italiana, la situazione sembra cambiata.

“Servirebbe una bacchetta magica in tutte le Asl – conclude De Stefani – perché riscoprano che la salute mentale non è la Cenerentola da porre sempre in coda alla lista della spesa e sanino quelle intollerabili criticità di cui abbiamo detto

È il parere di Renzo De Stefani ex Direttore del Dipartimento di salute mentale di Trento e fondatore de ‘Le parole ritrovate’, il movimento di ispirazione basagliana che con il ‘Fare assieme’ aiuta migliaia di utenti dei centri di salute mentale (Csm), in Italia. (Corriere Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Martedì 13 aprile 2021 ore 15:00- 16:30. “La promozione della salute mentale in adolescenza. R-esistere alla pandemia”. Alessandro Vento, Psichiatra, Responsabile dell’ Osservatorio Dipendenze e Disturbi Psichici Sottosoglia (Rieti Life)

Riguardo alla realtà di Trento, del dipartimento che De Stefani ha diretto per 20 anni, e considerato uno dei pochi centri di eccellenza italiana, la situazione sembra cambiata. (Giornale di Sicilia)

L’evento vuole sottolineare l’importanza riguardante il benessere psicologico dei cittadini, in particolare quello dei giovani, soprattutto in questo momento legato alle difficoltà date dalla pandemia da Covid-19. (Tuscia Web)

Integrità psicologica. I cristiani sono stati utili usando la lente dell’“integrità psicologica” (concetto coniato da mio padre, lo psichiatra cattolico Conrad Baars). Saper discernere la propria salute mentale ed emotiva è importante, ma come psicoterapeuta da 35 anni ho scoperto che le persone spesso associano la definizione “salute mentale” solo alla salute della mente. (Aleteia IT)

Di seguito il volantino del ciclo di incontri: Per iscriversi al corso gratuito contattare l’ufficio organizzativo dell’associazione Alzheimer Verona scrivendo a [email protected] o chiamando allo 045 5547796 / 348 6373776. (La Milano)

All’esterno alcuni calcinacci sono caduti da un cornicione costringendo ad un nuovo intervento i vigili del fuoco e mettendo a nudo le difficoltà della sede di via Gramsci. Nei mesi passati la situazione all’interno è andata via via peggiorando, un piano è sostanzialmente inagibile, il resto è in condizioni non idonee. (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr