Accardi (DS Empoli): «Pinamonti ha voglia di riscatto! È qui per un motivo»

Inter-News SPORT

Ho visto la voglia di rivalsa, di mettersi in discussione.

È il motivo per cui li abbiamo presi, oltre che per le indubbie doti e capacità»

Accardi, DS del club toscano, ha parlato del giovane attaccante ai microfoni di Tuttomercatoweb.com.

TALENTO – Pietro Accardi, direttore sportivo dell’Empoli, ha parlato di Andrea Pinamonti, spiegando i motivi per cui ha scelto proprio il giovane attaccante scuola Inter per rinforzare l’attacco a disposizione di Aurelio Andreazzoli: «Ho puntato molto sulla voglia di riscatto dei giocatori: le qualità di Pinamonti, Lorenzo Tonelli e Patrick Cutrone non le scopro io. (Inter-News)

La notizia riportata su altri media

Prosegue il ricambio generazionale in Intesa Sanpaolo: grazie a un accordo firmato lo scorso 16 novembre dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali con l’azienda, saranno assunti 1.100 giovani a tempo indeterminato e, contemporaneamente, usciranno con prepensionamenti su base volontaria 2.000 lavoratrici e lavoratori. (Bluerating.com)

I numeri che si sommano negli ultimi due accordi di questo tenore nel più importante gruppo bancario italiano sono 9200 le uscite a fronte di 4600 nuove assunzioni che, secondo le organizzazioni sindacali, devono avere l’obiettivo di ripopolare la rete sui vari territori nazionali spesso sono in difficoltà, in attesa di un nuovo piano industriale che Intesa Sanpaolo presenterà con il nuovo anno. (SaronnoNews.it)

In un momento di ripartenza per l'economia Intesa Sanpaolo dà un ulteriore segnale positivo al Paese, soprattutto ai giovani» ha commentato Paola Angeletti, Chief Operating Officer Intesa Sanpaolo L’accordo individua le modalità e i criteri per il raggiungimento dell’obiettivo di 2.000 nuove uscite volontarie entro il 2025, con l’accesso al pensionamento o al Fondo di Solidarietà da parte delle persone del Gruppo. (VareseNoi.it)

L’accordo prevede in particolare che l’offerta riguardante le uscite volontarie venga rivolta a tutte le persone delle società italiane del Gruppo Intesa Sanpaolo, compresi i dirigenti. Il risultato della gestione operativa in crescita del 9,8% rispetto ai primi nove mesi 2020; i proventi operativi netti in aumento del 3,4% rispetto ai primi nove mesi 2020, con commissioni nette salite dell’ 11,5%. (Wall Street Italia)

La graduatoria potrebbe essere unica a livello di gruppo e sarà basata sulla data di maturazione del diritto alla pensione. (Thesocialpost.it)

Anche i livelli dirigenziali vi potranno aderire, come indicato dal Gruppo Banca Intesa SanPaolo se in possesso dei requisiti di pensionamento entro il 31 dicembre 2028 Intesa Sanpaolo a poche ore dalla firma, comunica che ha raggiunto un’accordo con i sindacati di categoria, Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin. (MenteFinanziaria.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr