La Ferrari era contraffatta, giovane astigiano denunciato

La Stampa ECONOMIA

Viaggiava alla guida di una Ferrari F430. Peccato che fosse falsa, fatta in casa. E’ finito così nei guai un astigiano di 26 anni, scoperto dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Asti. Il giovane era stato fermato nei giorni scorsi da una pattuglia del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Asti durante un controllo del territorio nelle vie cittadine. Qualcosa in quell’auto aveva insospettito gli agenti delle Fiamme Gialle, così sono partiti gli accertamenti. (La Stampa)

Su altre testate

Kristjan Asllani è il nuovo ospite del format “A coffee with” di Inter Media House. Il film di Totti è il mio film preferito. (Inter-News)

Per tutti coloro che vorranno allenarsi in gruppo, in vista della manifestazione, Stramilano organizza dei training presso il Parco delle Cave di Milano: un vero e proprio programma di allenamenti di preparazione alla corsa a cura dello Staff Tecnico dello Stramilano Running Club. (MI-LORENTEGGIO.COM – LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA, POLITICA, ANNUNCI, SPORT, FOTO E VIDEO DI MILANO E LA LOMBARDIA)

Che Ferrari splendida! Ma non è una Ferrari. Clicca qui di seguito fra le frecce per l'articolo completo su: > TRASFORMA UNA TOYOTA IN UNA FERRARI (La Lazio Siamo Noi)

1' DI LETTURA Le fiamme gialle del comando provinciale di Asti hanno sequestrato una ‘falsa’ Ferrari F430, costruita ‘artigianalmente’. La guidava un 26enne astigiano, fermato nei giorni scorsi da una pattuglia del nucleo di polizia economico-finanziaria di Asti nel corso di un controllo del territorio a contrasto dei traffici illeciti lungo le vie cittadine. (Livesicilia.it)

i sono colorati di rosso i mercati di Campagna Amica sardi in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dalle Nazioni Unite nel 1999 nella giornata del 25 novembre. (Sardegna Reporter)

advertisement. Il progetto Bi.Ar. Ingredienti e sostenibilità. Gli aspetti principali della lavorazione di una birra artigianale sono tanti: l’attenzione speciale va sicuramente al malto sardo (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr