Myanmar la protesta con le uova di Pasqua

Myanmar la protesta con le uova di Pasqua
Rai News ESTERI

Una contestazione in occasione della Pasqua dalle persone che protestano da due mesi contro la giunta militare, che ha ucciso centinaia di manifestanti che chiedevano il ritorno del governo civile.

Le uova bollite sono state dipinte con il volto di Suu Kyi e con slogan per la sua liberazione.

Sopra il volto leader Suu Kyi Myanmar la protesta con le uova di Pasqua Il Papa prega in piazza San Pietro: vicinanza ai giovani birmani. (Rai News)

Ne parlano anche altre testate

L'Associazione per l'assistenza ai prigionieri politici riporta che gli arresti finora sono stati 2.751. (Sky Tg24 )

Nonostante gli omicidi, i manifestanti escono ogni giorno, spesso in piccoli gruppi in piccole città, per combattere contro il ritorno al governo militare dopo un decennio di tentativi di avvicinamento alla democrazia. (la Repubblica)

La Pasqua del 2021, innanzitutto, come quella del 2020, sarà diversa perché sarà vissuta con ritmi più lenti di quelli con i quali si vivevano le Pasque più recenti Caro direttore,. sono moltissimi a dire che, come quella dello scorso anno, anche questa del 2021 sarà una Pasqua diversa. (Avvenire)

«Vogliamo la democrazia»: in Myanmar i messaggi scritti sulle uova di Pasqua diventano un simbolo della resistenza

Si può accettare di morire per malattia ma non per il Male che fratelli infliggono impunemente e senza ragione ad altri fratelli. Ma c’è la speranza, la certezza che Dio muore ma poi al terzo giorno risorge e vince la morte e il male del mondo. (Il Sussidiario.net)

Bloccare Internet, infatti, significa “disconnettere” il Myanmar dal resto del globo isolandolo, e l’obiettivo dei militari e proprio questo. Libertà di parola e diritti, per l’esercito birmano, non sono temi da tutelare ma combattere come il dissenso. (TIMgate)

Messaggi come «Rivoluzione di primavera», «Dobbiamo vincere», «Vogliamo la democrazia», sono stati scritti sulle uova in occasione delle celebrazioni pasquali come simbolo di lotta e di resistenza. I giovani della città principale, Yangon, hanno distribuito uova con messaggi di protesta nella stessa domenica in cui il Papa Francesco, durante l’Urbi et Orbi, ha mandato un messaggio proprio ai giovani del Myanmar (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr