Torino, bimba cade dal quarto piano e muore: «Ciao piccola, ora gioca felice con gli altri angeli!»

Torino, bimba cade dal quarto piano e muore: «Ciao piccola, ora gioca felice con gli altri angeli!»
Corriere della Sera INTERNO

Ieri sera (13 gennaio) la bimba di 3 anni è precipitata dal quinto piano del palazzo di via Milano 18 dove viveva assieme alla mamma, torinese di 41 anni.

di Massimo Massenzio. Il biglietto lasciato da Patrizia, titolare di una panetteria e vicina di casa.

La piccola è stata ricoverata in condizioni disperate in ospedale e questa mattina il suo cuoricino ha smesso di battere.

«Ciao piccola ora gioca felice con gli altri angeli!

La newsletter del Corriere Torino Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Torino e del Piemonte iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Torino

(Corriere della Sera)

Su altri giornali

Drammatica udienza di convalida ieri nel carcere delle Vallette dove Mohssine Azhar, accusato dell’omicidio (con dolo eventuale) della piccola Fatima, ha chiesto di rilasciare dichiarazioni spontanee. L’avvocato Alessandro Sena, che assiste il patrigno di Fatima, ha chiesto la scarcerazione dell’uomo e la riqualificazione del reato in omicidio colposo: «Azhar è sconvolto (Cronaca Qui)

TUTTI I DETTAGLI SU CRONACA IN EDICOLA DOMANI. Leggi anche:. «Una lite, poi il tonfo». Una confessione shock, quella di Mohssine Azhar, accusato dell’omicidio della piccola Fatima. (Cronaca Qui)

Un gioco finito malissimo, purtroppo:. “L’ho presa in braccio e abbiamo cominciato a giocare. Le parole del patrigno al gip del tribunale di Torino. (Notizie.it )

Torino, bimba precipitata. L'arrestato Mohssine Azhar: "Lanciavo in aria Fatima per gioco"

È arrivato anche un uomo, non lo conoscevo, ma poi ho capito che era il compagno della signora, il patrigno della bambina”. Sono state queste le prime parole dette da mamma Lucia, quando si è precipitata dal quarto piano nel cortile di via Milano a Torino per soccorrere la figlia Fatima, morta dopo essere caduta dal quarto piano. (Corriere della Sera)

«La mia bambina, la mia bambina», urlava Mohssine, mentre arrivavano i soccorsi. In ginocchio, accanto alla figlia, c'era anche Lucia, 41 anni, "che ha visto tutto», ha detto al gip il suo compagno. (Gazzetta del Sud)

Non so come sia potuto succedere.». La lanciavo in aria e la riprendevo. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr