Draghi e la riforma degli Its. Ma prima bisogna riformare la scuola

Draghi e la riforma degli Its. Ma prima bisogna riformare la scuola
Corriere della Sera ECONOMIA

Gli iscritti sono meno di 20 mila contro i 400 mila francesi che conseguono un «brevet» o un «diplôme de technologie» e il milione di tedeschi delle «Fachhochschule».

Il progetto più immediato e semplice appare quello di riforma degli Its, gli istituti tecnici superiori per i quali già il governo precedente aveva immaginato di investire 1,5 miliardi del Next Generation Eu.

Sigla fino a tre giorni fa sconosciuta ai più, gli Its non sono gli istituti tecnici industriali ma percorsi post diploma di maturità, paralleli alla laurea e ad essa alternativi. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Its significano più formazione tecnologica, più lavoro per i giovani, più competitività delle imprese. – Giovani e mondo del lavoro: gli Istituti Tecnici Superiori post diploma si confermano una via d’accesso strategica per il passaggio dalla formazione alla carriera professionale. (malpensa24.it)

Occupazione spesso trovata proprio in quelle aziende che sono coinvolte nelle attività di questo segmento professionalizzante del sistema educativo italiano. ITS significano più formazione tecnologica, più lavoro per i giovani, più competitività delle imprese. (VareseNoi.it)

Un territorio dove, secondo un’indagine condotta da Camera di Commercio, sono 560 gli studenti degli ITS. La Giunta di Camera di Commercio ha infatti stanziato 20mila euro per aderire all’iniziativa di Unioncamere Nazionale che mira a sostenere le nuove generazioni”. (Luino Notizie)

ITS, la formazione con professionisti e laboratori per entrare prima nel mondo del lavoro

Per l’intero sistema Paese, una scommessa che non possiamo perdere. Il fondo, più correttamente chiamato Next Generation EU, è quanto di più lontano da un ristoro economico, ma una vera e propria ipoteca sul futuro del paese e dei ragazzi. (Buone Notizie)

L’incontro, che sarà online dalle 14.30 alle 16.15, è promosso dagli ITS varesini insieme alla stessa Camera di Commercio, all’Ufficio Scolastico Territoriale e alla Provincia. ITS significano più formazione tecnologica, più lavoro per i giovani, più competitività delle imprese. (Sempione News)

La Giunta di Camera di Commercio ha infatti stanziato 20mila euro per aderire all’iniziativa di Unioncamere Nazionale che mira a sostenere le nuove generazioni. Occupazione spesso trovata proprio in quelle aziende che sono coinvolte nelle attività di questo segmento professionalizzante del sistema educativo italiano. (Verbanonews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr