Ucraina: attacco informatico mette fuori uso molti siti governativi - Il Sole 24 ORE

Il Sole 24 ORE ESTERI

Il governo ha tuttavia assicurato di non aver subito danni significativi permanenti.

Ucraina: attacco informatico mette fuori uso molti siti governativi. (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 14 gen - L'Ucraina ha subito questa mattina un grave attacco informatico che ha reso temporaneamente inaccessibili i siti di diversi ministeri, compresi quelli degli Affari esteri e dell'unita' di crisi.

Il capo della diplomazia europea, Josep Borrell, ha annunciato che sono stati immediatamente mobilitati tutti i mezzi necessari per aiutare Kiev. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Venerdì, Washington ha anche accusato la Russia di aver inviato terroristi addestrati con esplosivi sul palco di… Operazione “falsa scienza” Potrebbe essere una scusa per invadere il suo vicino filo-occidentale. (Generazione Scuola)

'Ucraina ha affermato di avere le «prove» del coinvolgimento della Russia in un grave attacco informatico che ha preso di mira diversi siti governativi del Paese nei giorni scorsi mentre aumentano le tensioni tra i due Paesi. (Ticinonline)

Cyberattacco all’Ucraina forse opera di un “finto ransomware” I ricercatori di Microsoft hanno scoperto le attività di un malware progettato per assomigliare a un ransomware, ma finalizzato solo alla distruzione. (ictBusiness)

Washington ha anche accusato la Russia di aver inviato sabotatori addestrati agli esplosivi per inscenare un incidente che potrebbe essere il pretesto per invadere l’Ucraina. «Ad oggi, tutte le prove indicano che la Russia è dietro l’attacco informatico», ha affermato il Dipartimento per la Trasformazione digitale in una nota. (Corriere del Ticino)

Serhiy Demedyuk, vice segretario del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale, ha detto a Reuters che l’Ucraina assegna la responsabilità dell’attacco a un gruppo noto come UNC115. Domenica 16 gennaio 2022 - 13:52. (askanews)

Il vice segretario del Consiglio Nazionale di Sicurezza e Difesa ucraino Sergey Demedyuk ha affermato che i responsabili del cyberattacco potrebbero afferire a un gruppo di spionaggio informatico “affiliato ai servizi speciali della Repubblica di Bielorussia” e sarebbe servito come diversivo per “azioni più distruttive” svoltesi “dietro le quinte”. (L'INDIPENDENTE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr