Parla il suocero di Gabriele Bianchi: “Lui è un bullo, un prepotente. Ma mio nipote cosa c’entra?”

Parla il suocero di Gabriele Bianchi: “Lui è un bullo, un prepotente. Ma mio nipote cosa c’entra?”
Tiscali Notizie INTERNO

Quando quel 6 settembre 2020 Gabriele e Marco Bianchi presero a calci e pugni Willy fino a ucciderlo, Silvia era ancora incinta

"Siamo tutte vittime collaterali dei fratelli Bianchi, però questo qui di più", dice Ladaga riferendosi a suo nipote: "Lui che c’entra?

"E un bullo, un prepotente, siamo tutte vittime".

Imprenditore della sanità e consigliere di Forza Italia, l'uomo è anche il padre di Silvia, la compagna di Gabriele Bianchi dal quale ha avuto un figlio. (Tiscali Notizie)

Se ne è parlato anche su altri giornali

I fratelli Bianchi non hanno mai chiesto perdono alla famiglia di Willy, non lo hanno fatto nemmeno durante il processo "Siamo tutte vittime collaterali dei fratelli Bianchi - ribadisce per poi indicare il piccolo Aureliano -. (Liberoquotidiano.it)

L’uono spiega che «Siamo tutte vittime collaterali dei fratelli Bianchi, però questo qui di più» in riferimento a suo nipote: «Lui che c’entra? Il 6 settembre 2020 i fratelli Bianchi uccisero a calci e pugni Willy e Silvia, la compagna di Gabriele, era incinta (Cronache della Campania)

La vita dei fratelli Bianchi in carcere, gli avvocati: “Pienamente inseriti e con buona condotta” I fratelli Bianchi, condannati in primo grado all’ergastolo per l’omicidio di Willy Monteiro, trascorrono la loro vita in due carceri separati e, come spiegano gli avvocati, “sono detenuti pienamente inseriti”. (Fanpage.it)

Fratelli bianchi, l'amico rivela: "Non avete capito. Cos'è successo davvero quella sera"

di Clemente Pistilli. Potrebbero conservare tracce biologiche i monili, che secondo Belleggia i 'gemelli' indossavano durante l'aggressione costata la vita al 21enne. I gioielli poi ricompaiono in una conversazione di uno dei due giovani con la madre (Repubblica Roma)

I fratelli Marco e Gabriele Bianchi, condannati all’ergastolo per aver ucciso a botte Willy Monteiro Duarte, hanno deciso di rigare dritto. Almeno da quanto si evince dal loro comportamento nei penitenziari, rispettivamente di Viterbo e Rebibbia a Roma, dove sono reclusi. (OGGI)

Per tutti sono l’amico dei Bianchi e di conseguenza un poco di buono "Vi dico chi è davvero": il suocero di Bianchi rivela un segreto inconfessabile. (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr