Suicidio assistito, primo sì in Italia. Vaticano: "Scelta giusta le cure palliative"

Suicidio assistito, primo sì in Italia. Vaticano: Scelta giusta le cure palliative
Rai News INTERNO

Questo l'inizio dell'iter previsto in applicazione della sentenza della Corte Costituzionale n.242/2019 che indica le condizioni di non punibilità dell'aiuto al suicidio assistito.

Vaticano: "Scelta giusta le cure palliative". Condividi. "Mi sento più leggero, mi sono svuotato di tutta la tensione accumulata in questi anni".

Dopo il caso di "Mario" Suicidio assistito, primo sì in Italia.

"Sarà il Tribunale di Ancona a decidere se il paziente tetraplegico di 43 anni potrà avere diritto al suicidio medicalmente assistito

Questo, rende noto l'Associazione Luca Coscioni, il commento di 'Mario' - primo malato ad aver ottenuto il via libera al suicidio assistito in Italia - dopo aver letto il parere del Comitato etico. (Rai News)

La notizia riportata su altre testate

l primo ostacolo è stato superato. La situazione. Tergiversando sulla verifica delle condizioni di Mario, l'Asur ha già subito due diffide e un esposto in procura. (Corriere Adriatico)

«Ho fatto una rivoluzione stando fermo obbligato a letto»: si dice orgoglioso Mario, il nome di fantasia scelto dal 43enne tetraplegico (da 10 anni) che ieri ha ottenuto il “via libera” (condizionato, ndr) dal Comitato Etico dell’Azienda Sanitaria delle Marche per il suicidio medicamente assistito. (Il Sussidiario.net)

Per il comitato etico dell’Asl di Ancona il tetraplegico di 43 anni può accedere al suicidio assistito: sarebbe la prima volta in Italia dalla sentenza della Consulta del 2019. Non è chiaro quale farmaco sarà usato per sopprimere il malato né come potrà assumerloMario (nome di fantasia) vuole morire (La Verità)

Suicidio assistito, per il Vaticano "la scelta sono le cure palliative"

Queste condizioni, nel caso di Mario, ci sono tutte e il Comitato etico lo ha messo per iscritto. «Non è ancora finita per Mario – spiega Marco Cappato dell’associazione Luca Coscioni – perché non hanno stabilito le modalità tecniche per l’autosomministrazione del suicidio. (La Stampa)

Per la Corte, devono esistere quattro condizioni perché la somministrazione del farmaco letale possa essere autorizzata. Infatti, il diritto al suicidio assistito è stato sancito dalla Corte nel 2019, a seguito della cosiddetta sentenza Cappato. (Wired.it)

Suicidio assistito, per il Vaticano "la scelta sono le cure palliative" di Paolo Rodari. Interviene con una nota la Pontificia Accademia per la Vita guidata da Vincenzo Paglia: "Contemplano la possibilità di sospendere tutti i trattamenti che vengano considerati sproporzionati dal paziente, nella relazione che si stabilisce con l'équipe do medici" (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr