Turchia: banca centrale taglia i tassi oltre le attese. Lira a picco

Money.it ECONOMIA

Negli ultimi tempi, il presidente turco è intervenuto in modo palese nella strategia di politica monetaria della banca centrale, che dovrebbe essere indipendente.

La banca centrale turca è nuovamente intervenuta sui tassi di interesse con un taglio ben oltre le previsioni dei maggiori analisti.

Subito dopo la decisione, la lira turca è crollata di oltre il 2% a 9,4867 per dollaro USA

Cosa ha deciso la banca centrale turca e quali conseguenze per l’economia della nazione?

Nello specifico, Il Monetary Policy Committee ha ridotto il suo tasso chiave di pronti contro termine a una settimana di 200 punti base al 16%. (Money.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Secondo l'ufficio di statistica turco, nel mese di settembre è cresciuta ad un tasso annuo del 19,58 per cento (+1.25% sul mese precedente) Nonostante già in settembre l'inflazione superasse i tassi di interesse, la Banca centrale ha dunque seguito le direttive del presidente. (Il Sole 24 ORE)

La scelta della banca centrale va contro le regole di politica monetaria ma si allinea perfettamente con l'idea di Erdogan di avere tassi relativamente bassi in un contesto di alta inflazione e rendimenti reali quasi a 0. (Investing.com)

La valuta turca ha già perso oltre il 20% quest'anno, per lo più all'inizio di settembre, quando la banca centrale ha incominciato a fornire segnali "dovish" Il presidente turco Erdogan ha da tempo richiesto stimoli monetari e ha licenziato tre governatori della banca centrale in meno di due anni e mezzo, minando la credibilità della banca e spaventando gli investitori. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr