Sentenza Cassazione su omicidio Vannini, mamma Marina: “Giustizia è fatta, Marco riposta in pace”

Sentenza Cassazione su omicidio Vannini, mamma Marina: “Giustizia è fatta, Marco riposta in pace”
Fanpage.it INTERNO

Queste le primissime parole di Marina Conte, la mamma di Marco Vannini, dopo la lettura della sentenza da parte della Corte di Cassazione.

Oggi pensiamo di averla avuta", le parole di Roberto Carlini, zio di Marco Vannini, all'esterno del ‘Palazzaccio' a Roma

Gli avevamo promesso un mazzo di fiori se fosse stata fatta giustizia e domani è la prima cosa che farò.

Questo invece il primo commento del papà di Marco, Valerio: "Sono contento che finalmente è stata fatta giustizia per Marco. (Fanpage.it)

Ne parlano anche altri media

Secondo i giudici, infatti, Marco Vannini poteva essere salvato, ma la famiglia Ciontoli ha volutamente ritardato l’arrivo dell’ambulanza con false dichiarazioni. Marco Vannini, ucciso tra la notte del 17 e il 18 maggio 2015, ha ottenuto finalmente giustizia. (Money.it)

Spazio poi alla scomparsa di Denise Pipitone: la Procura di Mazara del Vallo pronta la a riaprire le indagini per scoprire la verità Mattino 5 streaming, ecco la puntata completa di mercoledì 5 maggio 2021 su Canale 5. (SuperGuidaTV)

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Vannini, sentenza Cassazione: confermata la condanna in appello, 14 anni a Ciontoli

Non è giusto inventare una storia affinché paghi di più, non si può dire che c'è stato un clan "Sono attonito, non riesco a comprendere come sia possibile aver confermato una sentenza così errata in particolare per i familiari di Antonio Ciontoli", ha dichiarato Giandomenico Caiazza, che fa parte del collegio difensivo della famiglia Ciontoli. (Fanpage.it)

La quinta sezione penale della Cassazione ha confermato la sentenza d'appello bis, del 30 settembre scorso, che aveva condannato Ciontoli per omicidio con dolo eventuale e il resto della famiglia per concorso anomalo. (Quotidiano.net)

Pena immediatamente esecutiva, quindi già stasera, al massimo domattina, i Ciontoli entreranno in carcere. Nello specifico, addossando tutte le responsabilità, con una insistita campagna mediatica, ad Antonio Ciontoli, autore dello sparo e architetto del tentativo di nascondere i fatti per non rovinarsi la carriera. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr