Timori sui gruppi WhatsApp per privacy cambiata: bufala attualizzata

OptiMagazine SCIENZA E TECNOLOGIA

La bufala sui gruppi WhatsApp rivoluzionati per privacy cambiata. In pratica, ci sono persone pronte ad assicurare che i gruppi WhatsApp siano cambiati attraverso un aggiornamento segretissimo dell’app.

Sta tornando con prepotenza, in questi giorni, una vecchia bufala riguardante i gruppi WhatsApp, in merito ad un presunto aggiornamento della privacy che in realtà non è mai esistito.

Con “tutti”, le persone possono aggiungerti al proprio gruppo senza che l’utente “vittima” lo sappia o senza il proprio permesso. (OptiMagazine)

Se ne è parlato anche su altre testate

Sfortunatamente al momento non vi sono informazioni su quando tale novità possa essere introdotta per tutti gli utenti in una versione stabile dell’app. (TuttoAndroid.net)

La piattaforma di messaggistica più famosa del pianeta è senza alcun dubbio WhatsApp, l’app vestita di verde vanta infatti una platea di utenti mostruosa, con oltre 2 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo, un valore record che riesce a reggere anche brutti colpi come quello autoinflitto il 4 Ottobre quando tutti i sistemi sono andati in blocco. (Tecnoandroid)

Cosa fare per evitare che WhatsApp si esaurisca a novembre? , da una dichiarazione, che Un totale di 53 modelli di telefoni cellulari, Con iOS o Android, Non potranno utilizzare l’app da novembre 2021. (Corriere Locride)

Nelle ultime ore WABetaInfo ha scovato una novità molto simile in fase di sviluppo per le schede dei singoli contatti. Qualche settimana fa abbiamo parlato della possibilità di un rinnovamento grafico per l'interfaccia relativa alla scheda di un gruppo chat. (Androidworld)

Ora si attende la risposta di Apple, dovesse essere positiva potrebbe nascere una collaborazione clamorosa! Da qui l’idea di chiedere supporto ad Apple, per lanciare il progetto e portare il pianeta verso il futuro della comunicazione. (Centro Meteo italiano)

Il sistema di sicurezza che protegge il contenuto delle nostre chat si chiama crittografia end-to-end. Lasciare il telefono incustodito, sulla scrivania a lavoro, sul tavolino di un bar, anche solo per qualche minuto, ci può esporre a questo tipo di rischio (Kronic)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr