Turismo: media di 260 utenti al giorno nel 2020 per i siti valdostani

Turismo: media di 260 utenti al giorno nel 2020 per i siti valdostani
gazzettamatin.com INTERNO

Turismo: media di 260 utenti al giorno nel 2020 per i siti valdostani.

Il valore è in aumento rispetto all’anno 2019 del 10% per quanto riguarda le strutture ricettive valdostane e in diminuzione di circa il 14% per i siti dei servizi.

Turismo: media di 260 utenti al giorno nel 2020 per i siti valdostani. Il valore è in aumento rispetto all’anno 2019 del 10% per quanto riguarda le strutture ricettive valdostane e in diminuzione di circa il 14% per i siti dei servizi. (gazzettamatin.com)

Se ne è parlato anche su altre testate

Un uomo si è presentato al Comando Stazione Carabinieri di Aosta per denunciare di essere rimasto vittima di una rapina. Aosta: denuncia finta rapina per intascare i soldi dell’assicurazione. (gazzettamatin.com)

In Valle d’Aosta la stima di Rt (1,61), la più alta d’Italia, si è fermata. Se questo trend sarà confermato nelle prossime settimane, possiamo dunque sperare in un rallentamento, se non in un’inversione, dell’andamento pandemico. (AostaSera)

I dati della dispersione scolastica in Valle d’Aosta non sono trascurabili. PRIMO: acronimo di Perseveranza, Riuscita, Inclusione e Motivazione, “che sono le parole chiave per la lotta alla dispersione scolastica”, secondo Maurizio Resina, rappresentante della Sovrintendenza degli studi della Valle d’Aosta. (AostaSera)

Coronavirus, morti nelle micro e rsa valdostane: 10 indagati

L’indagine era partita dopo le morti sospette registrate nella casa di riposo Refuge Père Laurent, struttura privata di proprietà della diocesi di Aosta. Quasi il 37% degli ospiti delle Rsa morti erano stati colpiti dal coronavirus Sars Cov 2. (Il Fatto Quotidiano)

La Giunta regionale della Valle d'Aosta nel corso della riunione di oggi ha approvato l'acquisizione a titolo gratuito della proprietà da parte del Corpo valdostano dei vigili del fuoco di un automezzo e nove rimorchi di proprietà dei Comuni di Montjovet, Torgnon, Valtournenche, Nus, Villeneuve e Gressoney-Saint-Jean, da destinare ai rispettivi distaccamenti del personale volontario. (Aosta Oggi)

A quanto trapela da fonti investigative, tra gli indagati vi sono alcuni responsabili di struttura e due sanitari. Al momento sono una decina gli indagati e le ipotesi di reato – contestate a vario titolo – sono omicidio colposo e epidemia colposa. (gazzettamatin.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr