Coronavirus: vaccinazioni, avviso per il passaggio a sistema Poste

Coronavirus: vaccinazioni, avviso per il passaggio a sistema Poste
Onda Tv ESTERI

Si tratta di uno stop temporaneo, indispensabile per consentire il passaggio al nuovo sistema.

Chi aderirà da domani alla piattaforma Poste, invece, completerà tutta la procedura in un’unica fase, scegliendo direttamente luogo e data per la somministrazione del vaccino.

Per consentire l’entrata in funzione della nuova piattaforma Poste (prevista per la giornata di domani), dalle 23.59 di questa sera sarà chiusa la piattaforma telematica regionale per le manifestazioni di interesse alla vaccinazione anti Covid 19 per i nati tra il 1942 e il 1946. (Onda Tv)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ma non spiegano come le cinque Asl si siano organizzate in questi giorni cruciali della campagna vaccinale, unica strada per uscire dalla morsa del Coronavirus. Ma quel che più conta, ha spiegato Toti, "è che non ci sono state disdette rilevanti da parte di chi aveva appuntamento per il vaccino AstraZeneca. (La Repubblica)

Tante le azioni messe in campo in questi giorni, soprattutto ora che la platea dei beneficiari si sta allargando. Un altro caso è quello di Vescovato dove i cittadini in difficoltà con la prenotazione della vaccinazione anti-Covid possono trovare assistenza rivolgendosi a tre sportelli allestiti in paese. (Cremonaoggi)

Ti saranno indicati giorni e la fascia oraria disponibili presso il centro vaccinale più vicino. Un’apertura anticipata quindi anche alla fascia 70-74 che da programma avrebbe dovuto iniziare a prenotarsi dal 15 aprile. (Lecco Notizie)

Covid, Arboscello (PD): "Oltre 100mila vaccini fermi nei magazzini. Over 80 e ultrafragili intanto aspettano"

Il protocollo non prevede norme vincolanti e presuppone (ovviamente) l'adesione volontaria dei datori di lavoro e dei lavoratori. in AZIENDA: firmato l'ACCORDO! (iLMeteo.it)

Lo hanno riferito all'Ansa fonti della, dopo gli intoppi informatici che stamattina avevano ritardato di alcune ore la partenza delle prenotazioni per il vaccino anti Covid per la fascia di popolazione nata tra il 1952 e il 1961. (Cuneodice.it)

“Mentre si avvia la vaccinazione del personale universitario e di altre diverse categorie, molti cittadini a rischio e anagraficamente esposti stanno ancora aspettano una protezione – continua Arboscello -. (IVG.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr