Governo Draghi, Di Maio: “Il voto interno si rispetta, le faide non fanno bene al Paese”

Governo Draghi, Di Maio: “Il voto interno si rispetta, le faide non fanno bene al Paese”
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Di Maio lo sa bene, avvertendo che il “dibattito molto forte e le faide” che ci sono nel Movimento “non fanno bene al Paese”.

Per farlo serve un decreto e nessun decreto di riorganizzazione di ministeri si può fare prima del voto di fiducia”

Non senza uno sguardo al futuro: “Cercheremo di portare altri risultati, come l’abbassamento delle tasse alle imprese, la digitalizzazione, la transizione ecologica“, che sono tutte “nostre battaglie”. (Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altre testate

Ciò premesso, va anche detto che può essere comprensibile aver voluto stare dentro al Governo Draghi, per presidiare quello che di buono è stato realizzato grazie al Movimento nell’esecutivo precedente. (il Resto del Carlino)

“Questo non è il governo che volevamo. Ma dentro possiamo difendere le nostre battaglie”. Nel Movimento per cui le giornate sono lunghissime, cinque senatori appena cacciati annunciano una causa contro le espulsioni, altri neo esuli preparano un nuovo gruppo alla Camera, gli altri si chiedono cosa fare. (Il Fatto Quotidiano)

Il vuoto con il Grillo intorno. Ma fotografare l’esistente e la crisi del M5s non è sufficiente, c’è ancora un passo da fare, scrive Repubblica. Fu allora che i grillini iniziarono a essere visti non più come dei beceri “populisti”, ma come una “costola della sinistra”. (Tempi.it)

Di Maio al M5s: "Non dobbiamo spaccarci, nessuno ha votato sì per ottenere qualcosa"

Parole arrivate nella giornata delle epurazioni sottoscritte da Crimi e volute sia da Di Maio sia da Grillo. E così Conte sta pensando di cedere al corteggiamento di Beppe Grillo, che lo vorrebbe in prima linea nell'organo collegiale a cinque che sarà a capo del M5s. (ilGiornale.it)

E la domanda di oggi è: ma il simbolo M5s, brand per eccellenza, di chi è? E chi, tra le due nuove fazioni dei 5 Stelle, potrà usarlo? (QUOTIDIANO.NET)

"Dovevamo decidere se stare dentro e spendere bene questo soldi o metterci di lato e puntare il dito sugli errori degli altri. "Nessuno ha votato sì per ottenere qualcosa in cambio. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr