Criptovalute: per colpa della Cina il Kazakistan è senza elettricità

Punto Informatico ECONOMIA

Infatti, il Kazakistan, Paese prescelto per la loro attività di mining, sta subendo gravi e frequenti interruzioni di corrente

Lasciato il Paese e trovato asilo in Kazakistan, hanno potuto continuare la loro attività indisturbati, fino a pochi giorni fa.

Dopo che la Cina, sul finire di settembre, aveva annunciato lo stop all'attività di mining delle criptovalute, si è verificato un esodo incredibile dei miner. (Punto Informatico)

Su altre fonti

A questo punto le società di mining criptovalutario hanno cominciato a subissare il Kazakistan per il fatto che il costo dell’energia elettrica è molto basso. Ma per quale ragione c’è stato questo incredibile aumento di mining delle criptovalute in Kazakistan? (Periodico Italiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr