Amazon tratta per acquisire la Metro-Goldwyn-Mayer per 9 miliardi dollari

La Stampa ECONOMIA

Mgm, il cui fondo Anchorage Capital rappresenta il principale azionista, è in cerca di un acquirente da mesi. Amazon starebbe trattando per acquisire la società cinematografica e televisiva Metro-Goldwyn-Mayer per circa 9 miliardi di dollari (7,4 miliardi di euro).

Lo riportano i media secondo cui sarebbe in corso una trattativa da diverse settimane.

Mgm, il cui fondo Anchorage Capital rappresenta il principale azionista, è in cerca di un acquirente da mesi. (La Stampa)

Ne parlano anche altri giornali

Sulla scia della Disney, il colosso dell’intrattenimento che negli ultimi anni ha calato veri e propri colpi da novanta, anche l’eCommerce è pronto ad inglobare parte dell’industria cinematografica. A tal proposito, continuano i rumor sul possibile coinvolgimento di Idris Elba, che assumerebbe il ruolo di primo James Bond di colore della storia (Computer Magazine)

Mgm ha registrato un utile netto di 29 milioni di dollari su $403 milioni di entrate nel primo trimestre. La possibile acquisizione di Mgm permetterebbe ad Amazon di rafforzare ulteriormente la propria offerta su Prime Video. (la Repubblica)

E ora anche dei film di James Bond, della Pantera Rosa, ma anche Rocky e Hannibal tutti prodotti dalla Metro-Goldwyn-Mayer che Amazon vuole acquisire per circa 9 miliardi di dollari. Amazon capitalizza ben 1,6 miliardi di dollari (il Giornale)

Così facendo Amazon rafforzerebbe in modo importante la propria posizione nell'ambito dell'intrattenimento multimediale, soprattutto sul fronte streaming, dove la società è attiva con la piattaforma Prime Video anche nella realizzazione di produzioni originali. (Punto Informatico)

Amazon ha attualmente più di 200milioni di membri Prime Video in tutto il mondo e sembra voglia trasformare ulteriormente la propria library online in un archivio centenario di storia del cinema. Per diversi giorni la forbice dell’acquisizione è oscillata tra 7 e 10 miliardi di dollari, fino ad arrivare ai 9 dell’offerta finale di Amazon. (Il Fatto Quotidiano)

Metà dovrebbero essere lanciati entro il 30 luglio 2026, mentre la restante parte dei satelliti dovrebbe essere spedita in orbita e diventare operativa entro il 30 luglio 2029, pena la perdita della licenza fornita dalla FCC (Webnews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr