Covid, Oms: «Entro due mesi metà Europa contagiata, ma per i vaccinati è come l'influenza»

Covid, Oms: «Entro due mesi metà Europa contagiata, ma per i vaccinati è come l'influenza»
InformazioneOnline.it ESTERI

In Liguria, dove ieri i casi erano quasi 9300, le persone ricoverate in ospedale sono 729, di cui 43 in terapia intensiva.

Secondo i dati di Alisa, 36 di questi sono non vaccinati, gli altri 7 sono invece vaccinati con comorbilità e/o ospedalizzati per patologie covid correlate.

Il bollettino quotidiano di ieri in Italia mostra come i contagi abbiano abbondantemente superato quota 200mila, e si sia sfiorata quota 300 morti. (InformazioneOnline.it)

La notizia riportata su altri giornali

Ma ha aggiunto: «Non dobbiamo dimenticare che siamo ancora in una pandemia», il virus «si comporta ancora come un virus pandemico e l'emergere di Omicron lo mostra chiaramente». gen122022. Covid, da virus pandemico a endemico. (Farmacista33)

L'Oms guarda soprattutto all'Europa centro-orientale, dove i tassi di vaccinazione sono più bassi e «vedremo malattie più gravi nei non vaccinati», ha spiegato Kluge. Una marea di Omicron rischia di travolgere i sistemi sanitari in tutta Europa. (La Nuova Sardegna)

Favorevole a mantenere il bollettino, invece, Cesare Cislaghi, già presidente della Società italiana di epidemiologia, secondo cui toglierlo equivarrebbe a una censura. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità combattere la pandemia con richiami continui degli attuali vaccini "non è una strategia praticabile" (The Italian Times)

Kluge (Oms Europa): "Oltre 50% popolazione della regione sarà infettata da Omicron entro le prossime 6-8 settimane"

Ad affermarlo è stato il direttore dell’Oms Europa, Hans Kluge, nel corso di un briefing sull’andamento della pandemia. Tuttavia, con l’aumento dell’immunità della popolazione e la diffusione di Omicron ci muoveremo più velocemente verso uno scenario che è vicino all’endemia” (Positanonews)

“Oggi, la variante Omicron rappresenta una nuova ondata che attraversa, da ovest a est, la regione, oltre all’ondata della variante Delta che tutti i Paesi stavano gestendo fino alla fine del 2021”, ha spiegato Kluge Lo ha detto il direttore regionale per l’Europa dell’Oms, Hans Kluge, nel corso della consueta conferenza stampa sulla situazione pandemica. (TERRANOSTRA | NEWS)

Di questo passo, l'Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME) prevede che oltre il 50% della popolazione della regione sarà infettata da Omicron nelle prossime 6-8 settimane. Laddove il tracciamento dei contatti è sopraffatto, dare priorità ai contatti ad alto rischio di infezione e ai contatti ad alto rischio di esiti gravi (ad es (Quotidiano Sanità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr