Nicola Morra a “L’Ospite” di Sky TG24: "Nel M5S poca strategia. Espulsione? Non scontata"

Nicola Morra a “L’Ospite” di Sky TG24: Nel M5S poca strategia. Espulsione? Non scontata
Per saperne di più:
Sky Tg24 INTERNO

L'appuntamento ogni sabato approfondimento Da oggi al via i podcast di Sky TG24 "L'Ospite" è un faccia a faccia condotto da Massimo Leoni, in onda su Sky TG24 ogni sabato.

Le interviste sono disponibili anche tra i podcast di Sky TG24, il nuovo servizio della testata per raccontare l’attualità da una prospettiva più laterale

"Palazzi imborghesiscono, sistema vuole omologare il M5s" vedi anche Casalino a Sky TG24: "Conte in campo?

Morra pochi giorni fa ha deciso di non votare la fiducia al governo Draghi, in dissenso dal M5S.

Lo afferma Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia, su Sky TG24 a “L’Ospite”, condotto da Massimo Leoni. (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altri media

Nessun ruolo da sottosegretario per il reggente grillino, dunque. Il reggente del Movimento 5 Stelle ha rinunciato a un posto da sottosegretario. (Il Sussidiario.net)

AgenPress – “L’espulsione dal movimento deve essere istruita e accolta dai probiviri ed essere ratificata con un voto on line. Il movimento era nato come rivoluzionario ma poi se lo porti nei palazzi del potere, lo imborghesisci e lo trasformi. (Agenpress)

Roma, 23 feb. (LaPresse) – Il capo politico del M5S, Vito Crimi, è, a quanto si apprende, a palazzo Chigi per un incontro con il sottosegretario di Stato Roberto Garofoli. (LaPresse)

Altre espulsioni tra i grillini, cosa succede ora nel Movimento 5 Stelle?

L’ho fatto con la consapevolezza che mentre da una parte rinunciavo a qualcosa, dall’altra vedevo il gruppo raggiungere grandi risultati. Ho scelto queste ultime".Così, su Facebook, Vito Crimi, capo politico del M5S. (PPN - Prima Pagina News)

Lo ha detto il senatore Nicola Morra, nei giorni scorsi espulso dal M5s, intervistato alla trasmissione “L’Ospite”, di Sky Tg24. Se si perfeziona sono un espulso, ma se non dovesse essere continuerò ad essere un iscritto e un attivista”. (Agenpress)

Con numeri del genere e venti mine vaganti (gli espulsi 5 Stelle) che possono votare in libertà, diventa difficile la gestione di dossier delicati su lavoro e giustizia. E il governo Draghi, il governo del Paese invece è nato per fare nei prossimi dodici, sedici mesi scelte che condizioneranno i prossimi trent’anni. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr