Una 'bimba' in braccio statua Montanelli

Una 'bimba' in braccio statua Montanelli
Tiscali.it Tiscali.it (Esteri)

Non occorreva colorare la statua, era sufficiente aggiungere sulle ginocchia la bambina eritrea di 12 anni della quale abusò da soldato colonialista".

Qualche settimana fa la statua era stata imbrattata da un collettivo studentesco.

Su altre fonti

Milano, manifesto con statua Montanelli avvolta in preservativo GUARDA: Statua Montanelli imbrattata, Rete Studenti Milano: "Siamo stati noi". L'“artivista” - come la Meyer si definisce - ha scavalcato le transenne poste a protezione della statua e ha posato la bambola tra le braccia del giornalista, completando la scena con un cartello con la scritta: "Il monumento a Montanelli, così, è completo. (Yahoo Notizie)

Sul monumento era già stata versata vernice rossa Leggi su lastampa (Di domenica 28 giugno 2020) Un’attivista: «Rappresenta la schiava sessuale che il giornalista comprò in Eritrea». (Zazoom Blog)

Elusa la sorveglianza della polizia e scavalcando la doppia fila di reti e transenne, l'artista-attivista, ha posato in braccio a Montanelli il fantoccio di una bambina eritrea e affisso un cartello esplicativo. (La Stampa)

L’azione di Cristina Donati Meyer è stata poi interrotta dall’intervento degli agenti della Polizia di Stato: per poter appoggiare il fantoccio sull’opera, Cristina Donati Meyer ha infatti scavalcato le transenne e la recinzione poste a protezione dell’opera in funzione anti-vandali. (Finestre sull'Arte)

“Il monumento a Montanelli, così, è completo”, si legge su un foglio affisso alla statua. News | La statua di Montanelli ancora nel mirino: in braccio un fantoccio della sposa bambina | VIDEO Tornano ad accendersi i riflettori sulla statua del giornalista Indro Montanelli nei giardini a Milano, che qualche settimana fa è stata imbrattata con la scritta “razzista stupratore” da un collettivo studentesco. (LE IENE)

Statua Montanelli, nuovo blitz: fantoccio di una bambina in braccio. Condividi. Milano 28 giugno 2020 – Nuovo ‘blitz’ ai giardini di Porta Venezia. Quindi, riferendosi all’imbrattamento di qualche settimana fa, a opera da collettivi studenteschi, ha sottolineato che “non occorreva colorare la statua, era sufficiente aggiungere, sulle ginocchia del vecchio la bambina eritrea di 12 anni della quale abusò da soldato colonialista”. (Imola Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr