La Lombardia rimborsa il bollo auto 2020: chi può richiederlo e come fare

La Lombardia rimborsa il bollo auto 2020: chi può richiederlo e come fare
MonzaToday ECONOMIA

Regione Lombardia risarcirà il bollo auto pagato nel 2020 agli intermediari di commercio come sostegno ai mancati introiti e al calo di fatturato, dovuti alle limitazioni dalla pandemia.

"Il sostegno sarà disponibile per le microimprese iscritte e attive al registro delle imprese.

"Si tratta di un ulteriore sostegno alle imprese lombarde a supporto di uno specifico settore", ha detto l'assessore Guido Guidesi. (MonzaToday)

Ne parlano anche altre fonti

Così l’assessore regionale Davide Caparini (Bilancio e Finanza) commenta l’approvazione della Giunta della delibera che prevede il risarcimento del bollo auto per il 2020 per la categoria. Previsto il rimborso del bollo auto 2020 per gli agenti di commercio. (Lecco Notizie)

Per sapere come e dove fare richieste per ricevere il rimborso del pagamento del bollo auto del 2020, si può cliccare qui. Il rimborso sarà effettuato da Regione Lombardia e sarà a fondo perduto. (Fanpage.it)

FONDO PERDUTO – La misura approvata dall’esecutivo lombardo è finalizzata a sostenere gli intermediari del commercio con sede in Lombardia attraverso un contributo a fondo perduto pari al valore della tassa automobilistica pagata dagli stessi agenti nel 2020. (MyValley.it)

Covid: Regione Lombardia rimborsa il bollo auto 2020 agli agenti di commercio

"È un concreto segnale di vicinanza da parte di Regione Lombardia: porterà parziale sollievo dopo mesi di grande difficoltà”, ha commentato il presidente Alberto Petranzan, ricordando come in tutta la Regione siano 36.600 gli agenti e i rappresentanti di commercio Pertanto, interesserà gli intermediari del commercio, gli intermediari di autovetture e di autoveicoli leggeri, di altri autoveicoli, di parti e accessori di autoveicoli, di motocicli e ciclomotori e di parti e accessori per motocicli e ciclomotori. (Quattroruote)

(askanews) – Regione Lombardia risarcirà il bollo auto pagato nel 2020 agli intermediari di commercio come sostegno ai mancati introiti e al calo di fatturato, dovuti alle limitazioni dalla pandemia. (Agenzia askanews)

Lo ha deciso la Giunta regionale su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, Guido Guidesi, di concerto con l'assessore al Bilancio Davide Caparini. Saranno interessati gli intermediari del commercio, gli intermediari di autovetture e di autoveicoli leggeri, di altri autoveicoli, di parti ed accessori di autoveicoli, di motocicli e ciclomotori e di parti ed accessori per motocicli e ciclomotori (La Provincia Pavese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr