Vaccino covid a Macerata, snobbato da settemila persone

Vaccino covid a Macerata, snobbato da settemila persone
Il Resto del Carlino SALUTE

Sono, invece, 55 le persone fragili e over 80 che hanno ricevuto anche la terza dose.

A Macerata, infatti, il 78,1% (4.850 persone) ha ricevuto entrambe le dosi, mentre 186 solo la prima.

Macerata, 13 ottobre 2021 - Sono quasi settemila le persone non vaccinate in città, quasi la metà delle quali ha tra i 12 e i 39 anni.

Secondo il primo report reso noto ieri (aggiornato al 5 ottobre) il 69,6% dei maceratesi ha ricevuto entrambe le dosi (28.483 persone), mentre 1.324 solo la prima dose. (Il Resto del Carlino)

Su altre fonti

E allora se questo è antifascismo, io sono la Monroe Tale percezione che economisti, giuristi, uomini di scienza disallineati, riescono a tradurre in dati precisi e confutazioni difficilmente smontabili, purtroppo non sfiora la mente dei segretari della triade sindacale. (Come Don Chisciotte)

“La somministrazione della terza dose è una tappa fondamentale” spiega il direttore dell’Istituto Bon Bozzolla, Eddi Frezza “per proteggere sia la salute dei nostri ospiti sia quella del personale socio-sanitario che opera a stretto contatto con loro, soprattutto in una fase così strategica, prima della stagione fredda. (Oggi Treviso)

Ed è questa la strada su cui andremo avanti”. Allo stato attuale non tutti gli Stati membri hanno raggiunto il tasso di vaccinazione che vorremmo, quindi bisogna vaccinare il piu’ possibile” (Il Sussidiario.net)

Vaccini anti Covid, Regione Lombardia sospende la terza dose nelle farmacie

Il numero complessivo è di oltre 106.000. Il Covid ha colpito, dall’inizio della pandemia, 2.480 stranieri extra UE e 1.011 Ue. (LA NAZIONE)

“Per quanto riguarda l’offerta del vaccino antinfluenzale (non in abbinamento con il vaccino anti Covid-19) – prosegue la Nota – la prenotazione sarà possibile a partire dal 28 ottobre, su una piattaforma informatica dedicata, nel centro più vicino. (Cremonaoggi)

“Regione Lombardia conferma che, al momento, la terza dose è offerta in co-somministrazione con l’antinfluenzale presso i centri vaccinali solo a cittadini over 80 e a cittadini immunocompromessi”, conferma in una nota la Direzione generale Welfare della Regione in merito alla somministrazione delle terze dosi in Lombardia e alla co-somministrazione vaccino anti Covid-19 e vaccino antinfluenzale. (ComoZero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr