Patuanelli: Mi batterò contro Nutri-score, è sistema inaccettabile

LaPresse ECONOMIA

Così il ministro dell’Agricoltura, Stefano Patuanelli, durante il Consiglio nazionale di Coldiretti.

(LaPresse) – “Non è accettabile che nel nostro Paese si passi a un sistema di etichettatura dove una bevanda zuccherata creata in laboratorio risulta più sana del nostro parmigiano o del nostro olio d’oliva.

“Con Coldiretti possiamo imprimere una grande svolta al settore”, ha aggiunto

Fino a quando io sarò ministro mi batterò con tutte le forze affinchè il tema del Nutri-score venga abbandonato, è un danno enorme per il nostro settore”. (LaPresse)

La notizia riportata su altre testate

E’ in ginocchio il trasporto aereo del Friuli Venezia Giulia, interessato, così come tutti gli scali italiani, da una crisi senza precedenti. Trasporto aereo vuol dire veicolare maggiormente il turismo e innescare un moltiplicatore di crescita che interessa tutti i settori dell’economia. (Il Friuli)

“La situazione epidemiologica, specie nelle province di Pescara e Chieti - conclude Angelucci - non consente iniziative in presenza che sarebbero state quanto mai necessarie. "La crisi del trasporto aereo rischia di raggiungere un punto di non ritorno che mette a serio rischio anche le prospettive dello scalo abruzzese e dei lavoratori che vi operano: è questo il momento di intervenire". (ChietiToday)

Proprio nella regione tra diretti. Advertisements. edindiretti il settore conta “circa 15mila addetti”, di cui “laquasi totalità è già stata coinvolta dagli ammortizzatorisociali”. – MILANO, 22 FEB – La crisi del trasporto aereo. (Corriere Quotidiano)

Trasporto aereo: Fit-Cisl, rischio implosione intero sistema ⋆ CorriereQuotidiano.it - Il giornale delle Buone Notizie

“Il settore dei trasporti sta attraversando un momento di grande difficoltà perché alle già preesistenti criticità si sono aggiunti gli effetti nefasti di questa lunga pandemia. “Con l’assessore regionale ai trasporti Corsini ci siamo incontrati già due volte, ed è questo certamente un buon segnale, tuttavia il tempo passa e l’urgenza rischia di diventare emergenza. (Bologna 2000)

“Parliamo di un settore, il trasporto aereo, che complessivamente impiega circa 40.000 lavoratrici e lavoratori fissi e circa 10.000 stagionali. Attendiamo inoltre una convocazione urgente dal Ministero per lo Sviluppo Economico per affrontare e finalmente risolvere le crisi aperte (Kongnews)

Riteniamo che sia doverso agire e farlo in fretta, perché di tempo ne è già passato troppo e molte famiglie si trovano già ora in grave difficoltà. Ricordiamo - conclude la nota della Lega - a tutti gli attori protagonisti della vertenza che l'aeroporto Leonardo da Vinci rappresenta circa il 10% del PIL della Regione Lazio con più di 40.000 occupati in considerazione dell'indotto. (AGR online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr