Extreme E: RXR e Andretti United vincono le semifinali

Extreme E: RXR e Andretti United vincono le semifinali
Approfondimenti:
Motorsport.com Svizzera SPORT

Questo ha permesso a Kristoffersson prendere il comando delle operazioni e allungare, vista la polvere sollevata in faccia a Sainz e Loeb.

In casa Hispano Suiza, Oliver Bennett non ha avuto un buono spunto all'esterno, ma ha recuperato bene buttandosi all'interno di Jenson Button in curva 1.

Accanto al poleman Sebastien Loeb (X44) c'era Carlos Sainz: tutti e tre hanno spinto forte arrivando praticamente appaiati alla curva 1. (Motorsport.com Svizzera)

Ne parlano anche altri media

Andretti United, JBXE e Hispano Suiza sono i team che si sono sfidati nella Crazy Race. Nella linea di partenza vediamo subito Johan Kristoffersson, Sebastièn Loeb e Carlos Sainz. (Rally.it)

Hurtgen avrà sicuramente preso un bello spavento ma l’importante è che non si sia fatta nulla Il SUV che guidava Claudia Hurtgen si è ribaltato più e più volte, tanto che in molti hanno temuto il peggio. (Periodico Daily - Notizie)

Ore 12.39 Molly Taylor del team Rosberg X Racing conclude in prima posizione la semifinale tra i primi 3 classificati Al secondo posto il Team Andretti United e al terzo posto il Team X44 di Lewis Hamilton. (Quotidiano Motori)

Team X44 con Sébastien Loeb e Cristina Gutiérrez, miglior tempo in Extreme E

La prima gara della storia di Extreme E va al team di Nico Rosberg che si aggiudica il Desert XPrix con i suoi piloti Johan Kristoffersson e Molly Taylor. (AutoMotoriNews)

La prima vittoria assoluta è andata alla coppia Kristoffersson-Taylor del team Rosberg X Racing che, in finale, ha avuto la meglio sul duo Hansen-Munnings della Andretti United XE. (Zazoom Blog)

Ciò ha elevato Loeb e Gutiérrez al vertice dell’ordine notturno. Il primo ha ricevuto una penalità di 75 secondi per eccesso di velocità nella zona di cambio pilota, mentre il secondo ha perso tempo con una breve interruzione sul percorso dopo aver colpito un dosso in Q1 (Electric Motor News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr