Fisco, versamenti rimandati al 20 luglio per 4,5 milioni di partite Iva

Fisco, versamenti rimandati al 20 luglio per 4,5 milioni di partite Iva
Leggo.it Leggo.it (Economia)

Il rinvio riguarda anche i saldi e gli acconti di Iva (comprese le partite Iva che aderiscono al regime forfettario) e Ires.ma anche forfettari e minimi: in totale una paltea di almeno 4,5 milioni di partite Iva.

Se ne è parlato anche su altri media

“Viene oggi pubblicato in Gazzetta Ufficiale il rinvio di appena 20 giorni – dal 30 giugno al 20 luglio – delle scadenze fiscali per Irpef, Ires e Iva. 24 del decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020, effettuano i predetti versamenti:. (QuiFinanza)

Scadenza imposte 2020 forfettari e minimi proroga: la novità prevede la proroga versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi per i soggetti ISA e anche per contribuenti forfettari e minimi. Andiamo quindi a vedere cosa prevede la proroga ufficiale per i versamenti imposte da parte di minimi e forfettari. (The Italian Times)

Forse perché, senza il ricorso al Mes, il Governo è di nuovo a corto di liquidità e la cerca dai cittadini? (Fotogramma/Ipa). (Adnkronos)

Il Dpcm era stato varato lo scorso 27 giugno. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’atteso Dpcm che rinvia al 20 luglio, senza maggiorazioni, le scadenze riguardanti saldi e acconti di Iva e imposte dirette come Ires e Irpef. (Corriere della Sera)

Si tratta di una misura che coinvolge più di 4 milioni di titolari di P. Iva quella che è apparsa in Gazzetta Ufficiale. Quali saranno le nuove date per i versamenti. P. Iva: nuove scadenze per i versamenti delle tasse. (Proiezioni di Borsa)

Nel complesso si tratta di una platea di oltre 4,5 milioni di partite Iva che potranno avere più tempo per onorare i versamenti in una fase di difficile congiuntura finanziaria a causa degli effetti del dopo lockdown. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr