Tra i finanziatori della Raggi anche l’impresa che abbatté il Villino Naselli nel rione Coppedè

Tra i finanziatori della Raggi anche l’impresa che abbatté il Villino Naselli nel rione Coppedè
7colli INTERNO

Questi alcuni dei finanziatori della campagna elettorale del sindaco della Capitale Virginia Raggi, in corsa per la rielezione al Campidoglio.

Tra questi ci sono: Francesco Silvestri, tesoriere del gruppo 5 Stelle alla Camera, dal quale è arrivato un bonifico di 1.500 euro

Così come la società Navona Clama Srl (600 euro), che gestisce il Bar Ristorante “Tre Scalini” in Piazza Navona.

Si aggiungono poi, tra gli altri: Marco Porcellana (imprenditore, candidato all’assemblea capitolina nella lista civica Raggi, 1.500 euro). (7colli)

La notizia riportata su altri giornali

Anche le linee tranviarie rientrano nei “vorrei” del secondo mandato Raggi, con la realizzazione di 67 nuovi km e la creazione di 12 nuove linee. Trasporti. Non basta un Piano urbano sulla mobilità sostenibile per rendere Roma una città all’avanguardia, perché sui trasporti la Città è bloccata da tempo. (L'agone)

Queste persone devono assumersi le responsabilità delle loro scelte fino in fondo" (La7)

La prima cittadina ora è addirittura quarta, alle spalle di Carlo Calenda in rimonta per un secondo turno annunciato a giugno, quando i dati lo vedevano ancora con percentuali irrisorie. Tra Michetti e Gualtieri, il ballottaggio che rimane tutt’ora più probabile, vince ma di misura il centrosinistra (Il Riformista)

Carlo Calenda sul baciamano a Virginia Raggi: "Io lo faccio, dopo di che è stata un pessimo sindaco ma a me la Raggi non sta antipatica"

Attraverso un controllo maggiore si può garantire la sicurezza di un mezzo che ha dimostrato di essere apprezzato dai cittadini ma che deve essere trattato come un veicolo e non come un giocattolo” È inoltre necessario un controllo maggiore sulla moltitudine di mezzi privati che sono stati venduti. (L'Opinionista)

Per quanto riguarda La Barbuta, ben 41 famiglie hanno ottenuto una casa popolare senza passare per il piano di Raggi" La perplessità sul piano Raggi. "Per cosa sono stati spesi i milioni tirati fuori da Marino grazie ad un bando europeo? (RomaToday)

Considerazioni, quelle della prima, storica capogruppo stellata alla Camera, che fanno intuire cosa stia fermentando sottotraccia nel Movimento romano a tre settimane dalle urne. «Qualcuno - ha detto sempre Lombardi ai suoi - deve pur pensare al dopo Raggi». (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr