Tokyo 2020, Daniele Garozzo e Alice Volpi: «Ancora più belle le Olimpiadi insieme»

Tokyo 2020, Daniele Garozzo e Alice Volpi: «Ancora più belle le Olimpiadi insieme»
Vanity Fair Italia CULTURA E SPETTACOLO

Alice: «Per me fu meravigliosa, mi sono veramente divertita anche se ero tesa, magari non quanto lui ma quasi.

Daniele: «Esser stati insieme è stata la tipica ciliegina sulla torta, ci ha riempito di aneddoti da raccontare in futuro.

Alice: «È passato qualche giorno fa per Roma e ha voluto anche le coppe degli ultimi campionati italiani»

Alice: «Per me è la prima in assoluto, la attendevo da molto tempo, farla insieme a Dani mi rende più serena». (Vanity Fair Italia)

La notizia riportata su altri giornali

Un'ovazione ha accolto Marco Bellocchio alla prima a Cannes del suo film «Marx può aspettare», storia della sua famiglia e, soprattutto, della scomparsa del fratello gemello del regista, Camillo, morto suicida a 28 anni in un giorno di dicembre del 1968. (ilmattino.it)

Il 17 luglio, all’interno della cerimonia di premiazione della 74^ edizione del Festival di Cannes, Marco Bellocchio riceverà la Palma d’oro d’onore per la sua straordinaria opera. Una serata speciale per il Maestro. (Vanity Fair Italia)

Un biglietto poi gettato, e scomparso poi dalla memoria familiare, per decenni, prima di riapparire insieme a mille altri rivoli di memoria nel documentario di Marco Bellocchio, Marx può aspettare. All'interno di una sfilza di membri della famiglia Bellocchio ascoltati nel film, spicca la presenza “altra” di uno dei personaggi memorabili di questo straordinario racconto (ComingSoon.it)

Cena vegana estiva: 5 ricette sfiziose

«Mi sono reso conto che questa era l’ultima occasione per fare i conti con qualcosa che in fondo era stato censurato, nascosto. IL FILM. CANNES – Foto in bianco e nero della famiglia Bellocchio, a Piacenza otto ragazzini in posa (tra fratelli e sorelle) e un'unica persona con gli occhi socchiusi: la madre (leggo.it)

Marco confessa ai suoi figli Pier Giorgio ed Elena, piuttosto perplessi, di non ricordarsene bene, e quasi sicuramente di non avergli mai risposto. Nella foto, da sinistra, i fratelli Piergiorgio, Letizia, Alberto, Maria Luisa e Marco Bellocchio. (OptiMagazine)

«Sperimentare – prosegue – ripaga sempre, anche con la cucina vegetale, che è molto più semplice di quanto si pensi. «Dovremmo imparare a uscire dalla comfort zone, combattere le abitudini che ci portano anche a mangiare sempre le stesse cose», dice Giulia Giunta. (Vanity Fair Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr