Scarcerato 17enne che ha ucciso Romeo, la famiglia: “Arrabbiati, ci fa male saperlo ai domiciliari”

Scarcerato 17enne che ha ucciso Romeo, la famiglia: “Arrabbiati, ci fa male saperlo ai domiciliari”
Fanpage.it INTERNO

Noi sappiamo chi è Romeo, conosciamo il nostro ragazzo, conosciamo la vita che ha condotto, ed è un ragazzo qualsiasi di questa realtà.

La famiglia chiede giustizia e chiede di capire che cosa sia successo, perché qui non si capisce bene ancora cosa sia successo.

Accendere la tv e sapere che questo ragazzo è ai domiciliari ci fa male".

Queste le parole rilasciate all'agenzia Agi dalla zia di Romeo Bondanese in merito alla scarcerazione del 17enne che ha accoltellato e ucciso suo nipote. (Fanpage.it)

La notizia riportata su altri giornali

Bondanese, anche lui 17enne, è stato ucciso lo scorso 16 febbraio durante una rissa che ha visto il coinvolgimento di diversi ragazzi giovanissimi. I giudici del tribunale dei minori di Roma hanno infatti convalidato l'arresto del ragazzo, disponendo per lui gli arresti domiciliari. (Leggo.it)

Agli arresti domiciliari il 16enne accusato di omicidio Secondo alcune indiscrezioni la vittima avrebbe difeso un suo amico. Condividi. I giudici del tribunale dei minori di Roma hanno convalidato il fermo per il ragazzo di 16 anni accusato di avere accoltellato e ucciso un coetaneo di 17 anni durante una rissa a Formia, vicino Latina. (Rai News)

La droga, buona parte ancora confezionata, prima di esser suddivisa ed immessa nella locale piazza di spaccio, era stata riposta all’interno di un vecchio calzino, a sua volta celato all’interno di una confezione di medicinali Insieme a lui è stata denunciata anche la giovane convivente, 22enne, connazionale, con precedenti di polizia. (La Sentinella del Canavese)

Formia, l’assassino d Romeo è già a casa. Per i giudici non voleva ucciderlo

Accendere la tv e sapere che questo ragazzo è ai domiciliari ci fa male», commenta Daniela, la zia di Romeo Viene curato nel pronto soccorso dove nel frattempo muore dissanguato Romeo, per un colpo alla femorale che non perdona. (La Sentinella del Canavese)

– Stamani i Carabinieri della Stazione di Gavorrano hanno arrestato un uomo di 68 anni, originario della provincia di Crotone ma residente nel Comune di Gavorrano, in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza che ha disposto la sospensione della detenzione domiciliare, a cui era già sottoposto e che stava scontando proprio a Gavorrano, sostituendola con la detenzione in un carcere. (IlGiunco.net)

Procedono le indagini relative all’omicidio di Romeo Bondanese, ucciso da una coltellata che gli ha reciso l’arteria femorale durante una rissa scoppiata nel centro di Formia martedì scorso. Una circostanza che ha reso più dolorosa la morte del giovane per lo zio, convinto che se i presenti -avessero cercato di tamponare le ferite limitando la perdita di sangue, Romeo si sarebbe probabilmente potuto salvare (Leggilo.org)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr