CureVac ritira il suo vaccino anti-Covid/ Ema: 'Efficacia modesta, revisione sospesa'

CureVac ritira il suo vaccino anti-Covid/ Ema: 'Efficacia modesta, revisione sospesa'
Approfondimenti:
Il Sussidiario.net ECONOMIA

CureVac ha annunciato la decisione di ritirare il suo candidato vaccino anti-Covid di prima generazione (CVnCoV) dall’iter di approvazione presso l’Agenzia europea del farmaco (Ema).

L’azienda, dal canto suo, mantiene il diritto di richiedere un’altra revisione in futuro o di presentare una domanda di autorizzazione alla commercializzazione.

Moderna e J&J: "Sì a richiamo vaccino con mezza dose"/ "Più benefici che rischi"

L’Ema continuerà ad accelerare la sua revisione dei dati sui candidati vaccini e sui trattamenti Covid-19 durante questa pandemia in corso. (Il Sussidiario.net)

Se ne è parlato anche su altri media

La potenziale approvazione di questo vaccino sarebbe arrivata nel secondo trimestre del 2022, quando si prevede che i candidati del programma di vaccini di seconda generazione sarebbero passati allo sviluppo clinico in fase avanzata. (Quotidiano Sanità)

Il contratto prevedeva anche l'opzione di richiedere fino a 180 milioni di dosi ulteriori. Considerata tra le scommesse più promettenti, l'azienda tedesca aveva ottenuto un prestito da 75 milioni di euro dalla Banca europea per gli investimenti. (Today.it)

Sebbene l'Ema stesse accelerando la revisione dei dati, alcune domande sulla qualità del vaccino, che incidono sul rapporto rischio-beneficio, e il fatto che i risultati dello studio principale abbiano mostrato solo una modesta efficacia del vaccino negli adulti, rimanevano ancora da indirizzare in modo soddisfacente", spiega ancora l'agenzia. (AGI - Agenzia Italia)

CureVac giù a Wall Street dopo ritiro candidato vaccino anti Covid

CureVac ritira il suo candidato vaccino e si concentrerà insieme a Gsk sugli mRna di seconda generazione. L'azienda tedesca ha dichiarato che abbandonerà la sua domanda di approvazione presentata all'Ema per il suo candidato vaccino dopo che gli studi in fase avanzata hanno fornito risultati deludenti a giugno con un'efficacia del 47%. (Quotidiano Sanità)

L'azienda però sta valutando la possibilità di sfruttare gli impegni assunti su CVnCoV per i candidati vaccini di seconda generazione. Lo stesso periodo in cui CureVac e Gsk si aspettano che i candidati di seconda generazione siano già passati alla fase clinica avanzata. (Adnkronos)

Lo status tecnico di Curevac Nv mostra segnali di peggioramento con area di supporto fissata a 39,01 USD, mentre al rialzo l'area di resistenza è individuata a 43,85. Per la prossima seduta potremmo assistere ad un nuovo spunto ribassista con target stimato verosimilmente a 35,88 (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr