Elezioni locali e Covid, Modi perde su tutta la linea | il manifesto

Elezioni locali e Covid, Modi perde su tutta la linea | il manifesto
Più informazioni:
Il Manifesto ESTERI

Avrebbe dimostrato che la nuova India di Modi, tutta supermatismo hindu e neoliberismo, soggiogando il Bengala Occidentale degli intellettuali e del multiculturalismo, è davvero inarrestabile.

Ovunque al di fuori del Bengala Occidentale, non si registra alcuna sorpresa

Solo 77, contro i 213 vinti dal Trinamool Party di Mamata Banerjee, confermata per la terza volta alla guida dello Stato.

Nel weekend si è concluso lo spoglio dell’ultima tornata di elezioni locali in India, segnando in Bengala Occidentale una significativa sconfitta per il Bharatiya Janata Party (Bjp), partito nazionalista hindu guidato dal primo ministro Narendra Modi. (Il Manifesto)

La notizia riportata su altre testate

Scienziati contro governo indiano: “Ha ignorato allarmi”. Nella giornata di oggi l’India ha registrato 401.993 nuovi casi di coronavirus, andando per la prima volta sopra quota 400mila e segnando un triste record mondiale. (Money.it)

Vishal ci ha anche raccontato che manca ossigeno e che il mercato nero delle bombole sta facendo affari d’oro. Nelle ultime ore, in India, si sono contati oltre 400'000 nuovi casi di Covid e la situazione è drammatica e fuori controllo. (RSI.ch Informazione)

Le elezioni locali si sono svolte anche in altri Stati come l'Assam, il Tamil Nadu, il Kerala e Puducherry. In Kerala è stato rieletto chief minister il politico di sinistra, Pinarayi Vijayan, e la coalizione Ldf contraria a Modi ha conquistato 87 su 140 seggi (ilGiornale.it)

Un vaccino per tutti gli indiani adulti

“C’è stata molta attenzione sulla variante B.1.617”, ha detto Michael Head, ricercatore senior in salute globale alla Southampton University nel Regno Unito La portata del coinvolgimento della variante B. (Startmag Web magazine)

l partito del premier indiano Narendra Modi perde la sfida nelle elezioni locali in alcuni degli Stati chiave dell'India, incassando una bocciatura di fatto soprattutto per la gestione della pandemia, con il Paese al collasso sanitario. (Ticinonline)

Tra i possibili focolai ci sarebbero infatti i comizi e le campagne elettorali, nonché le stesse operazioni di voto. Per cercare di mettere un freno alla pandemia, il governo ha deciso di aprire la vaccinazione a tutti gli adulti. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr