Vinicius è in versione Real, 3-1 sul Liverpool. Il City si gode De Bruyne e Foden: 2-1 col Dortmund

Yahoo Eurosport IT SPORT

Il brasiliano stoppa fuori area, si porta avanti il pallone e di destro batte Alisson per i meritato 1-0 al 27'.

Manchester City-Borussia Dortmund 2-1. Esultanza del City | Clive Brunskill/Getty Images. De Bruyne protagonista assoluto del primo tempo all'Ethiad, capace di avviare l'azione che porta al gol e di finalizzarla in prima persona.

Nel finale del primo tempo la formazione di Guardiola gestisce la sfida al meglio, col suo possesso, e sfiora il 2-0 con Mahrez. (Yahoo Eurosport IT)

Su altre testate

Foden salva il City al 90'. vedi letture. Sulle prime pagine inglesi di oggi, mercoledì 7 aprile 2021, si parla principalmente delle inglesi impegnate ieri in Champions League. Vittoria del Real Madrid per 3-1 contro il Liverpool (TUTTO mercato WEB)

Foden toglie le castagne dal fuoco a Pep Guardiola, al 90', ma per il ritorno ci vorrà di più (da quando allena il City non ha mai superato l'ostacolo dei quarti). (TUTTO mercato WEB)

Mia mamma ha cent'anni, ha gli anticorpi più forti di Bassetti e di tutti i virologi italiani. Adnkronos. (Yahoo Notizie)

Foden e Vinicius, i ragazzi del Duemila hanno fretta di prendersi il futuro

L’altro 2000 protagonista della serata è Phil Foden. In Real Madrid-Liverpool c’è stata la consacrazione europea di Vinicius Junior, già in evidenza nel doppio confronto con l’Atalanta, che ha fatto letteralmente impazzire Alexander-Arnold. (SuperNews)

’INTER DI CONTE VOLA: MA QUANTE VOLTE CON QUESTO VANTAGGIO ALLA 29^ GIORNATA E’ ARRIVATO IL TRICOLORE? Ecco allora un confronto tra la situazione dell’Inter attuale e le altre capoliste della Serie A alla 29^ giornata dal 200 ad oggi: quante hanno poi vinto lo Scudetto? (SuperNews)

Non sorprenda che oggi l'eroe del Manchester City si chiami Phil Foden, 20 anni, nato sette miglia a sud di Manchester, nella fumosa Stockport che il filosofo Friedrich Engels definì "uno dei buchi più scuri e fumosi" che avesse visto. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr