Gli scienziati stanno davvero provando a far “rivivere” un mammut (per un motivo ben preciso)

Gli scienziati stanno davvero provando a far “rivivere” un mammut (per un motivo ben preciso)
greenMe.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Mai prima di ora l’umanità ha posseduto la tecnologia adatta per ricostruire gli ecosistemi, guarire la Terra e preservare il futuro dell’umanità attraverso il ripopolamento degli animali estinti – afferma Ben Lamm.

Sono molte le specie animali e vegetali minacciate di estinzione, come dimostrano anche gli ultimi allarmi lanciati dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura.

L’impresa è nata dall’idea visionaria dell’imprenditore Ben Lamm e del biologo della Harvard University George Church. (greenMe.it)

Ne parlano anche altri media

E’ l’obiettivo che si sono posti gli scienziati della Harvard Medical School, una delle “graduate school” presenti nell'Università di Harvard, a Boston in Massachusetts. (Sky Tg24 )

I mammut lanosi geneticamente modificati potrebbero in particolare “dare nuova vita alle praterie artiche”, che consentono di catturare l’anidride carbonica e rimuovere il metano, due gas serra, secondo Colossal. (Seven Press)

Azienda americana vuole riportare in vita i mammut lanosi. I mammut lanosi geneticamente modificati potrebbero in particolare “dare nuova vita alle praterie artiche”, che consentono di catturare l’anidride carbonica e rimuovere il metano, due gas serra, secondo Colossal. (RagusaOggi)

Una società scientifica afferma che riporterà in vita il mammut lanoso

Finora questo progetto "è stato in secondo piano, francamente. ma ora possiamo davvero farlo", commenta Church: "Questo cambierà tutto". Tuttavia, Dalén si chiede "quale sarebbe il punto" della ricerca in corso: "Anzitutto - sottolinea - non si ottiene un mammut, ma un elefante peloso con depositi di grasso" (Gazzetta del Sud)

L’azienda biotech è riuscita a raccogliere 15 milioni di dollari in fondi privati ​​per raggiungere questo obiettivo, accolto con scetticismo da alcuni esperti. I mammut lanosi geneticamente modificati potrebbero in particolare “dare nuova vita alle praterie artiche”, che consentono di catturare l’anidride carbonica e rimuovere il metano, due gas serra, secondo Colossal. (ilMetropolitano.it)

Una società di bioscienze insiste di poterlo fare, annunciando la sua intenzione di utilizzare la tecnologia emergente per riportare i mammut lanosi nella tundra artica. Colossal afferma sul suo sito Web che elefanti asiatici e mammut lanosi condividono una composizione del DNA simile del 99,6%. (FUTURA MEMORIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr