La Bce triplica gli acquisti e dà ossigeno ai BTp

Il Sole 24 ORE Il Sole 24 ORE (Economia)

Il dettaglio degli acquisti Paese per Paese, che la Bce fornisce al momento soltanto per l’App, rivela che ben 11,8 dei 37,3 miliardi destinati a marzo ai titoli pubblici hanno preso la via dell’Italia.

La notizia riportata su altri media

La misura a stella presentata dalla BCE non è tanto nella riduzione dello sconto sulle garanzie, quanto nel tipo di prestiti che ora sono accettati come tali. L’istituzione con sede a Francoforte consentirà prestiti a grandi aziende, PMI e lavoratori autonomi con garanzie statali (come le garanzie ICO che sono state lanciate dal governo in Spagna) per fungere da garanzia per assistere alle iniezioni di liquidità. (Wall Street Italia)

Da rilevare che le caratteristiche di ammissibiltà dei collaterali potrebbero avere ricadute anche sui piani di acquisti diretti di titoli della stessa Bce. Con un comunicato, l'istituzione parla di "provvedimenti senza precedenti sui collaterali, volti a mitigare l'inasprimento delle condizioni finanziarie nell'area euro". (Yahoo Finanza)

Nel frattempo il consiglio direttivo ha dato mandato ai comitati dell'Eurosistema di "valutare misure per mitigare temporaneamente gli effetti sulla disponibilità di collaterale che dovessero derivare da downgrade dei rating dovuti all'impatto economico del Coronavirus". (Teleborsa)

In secondo luogo, il consiglio direttivo della Bce ha adottato altre misure temporanee, tra cui la decisione di abbassare il livello della soglia minima per i crediti nazionali a 0 euro dai precedenti 25mila euro per facilitare l’uso come garanzia di prestiti da piccole entità societarie. (Finanzaonline.com)

Lo si legge nelle statistiche di Francoforte. La Bce ha comprato 30,2 miliardi di euro di bond nei primi cinque giorni di vita del 'Pepp', il programma di acquisto titoli per l'emergenza pandemica. (San Marino Rtv)

La BCE incrementa lo shopping di Btp. Il mese scorso il focus della BCE si è spostato dal debito privato a quello pubblico che, già in maggioranza (60% a gennaio-febbraio), ha visto la sua quota portarsi al 73%. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.