Studentessa Bologna no green pass: dovrà seguire le lezioni da casa

Studentessa Bologna no green pass: dovrà seguire le lezioni da casa
il Resto del Carlino INTERNO

La studentessa è stata quindi allontanata dall'aula e la lezione sospesa.

Green pass e tamponi: farmacie in trincea

Questo ha però dato il via a una serie di offese e accanimenti nei confronti della giovane, soprattutto da parte dei colleghi pendolari.

A raccontare l'esperienza è stata la studentessa, durante la settimanale manifestazione No pass di sabato scorso.

Verso di lei tuttavia, l'UniBo non ha previsto alcun provvedimento disciplinare, ma sarà costretta d'ora in poi a seguire le lezioni a distanza, almeno fino a quando non sarà provvista di Green pass. (il Resto del Carlino)

Su altri media

Green pass, classifica dei paesi più restrittivi/ Italia dietro solo al Turkmenistan. STUDENTESSA A BOLOGNA SENZA GREEN PASS: “VENGO TRATTATA DA MALATA SENZA ESSERLO”. Il Green pass è obbligatorio all’università per seguire le lezioni in presenza. (Il Sussidiario.net)

Beppe Grillo propone, il grillino Sibilia lo sbertuccia: caos ai vertici del M5s. "Sono qui per raccontare un giorno di straordinaria follia all'università - dice la studentessa - , dall'inizio delle lezioni non ho aderito all'infame tessera verde, uno strumento di controllo e discriminazione Così Silvia, 20 anni, studentessa di Filosofia dell'Alma Mater di Bologna che sabato9 ottobre, durante una manifestazione No Green pass in centro, ha raccontato ai microfoni quanto le è accaduto. (Liberoquotidiano.it)

Università milanesi verso la normalità: aule piene al 100 per cento

Ma quando questo non sarà possibile ("casi sporadici", dice l'università), si fa lezione con le finestre aperte. Alla Bocconi, invece, tutti di nuovo in aula a capienza piena dai primi di novembre, dopo lo stop degli esami parziali (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr